Metodi conservazione dei pomodori secchi: guida completa

I migliori metodi di conservazione dei pomodori secchi fatti in casa: tecniche e consigli per conservare i pomodori secchi sott'olio e senza olio.

I pomodori secchi sono un ingrediente semplicissimo capace di regalare una nota di gusto e aroma in più a qualsiasi ricetta salata: se si ama la cucina mediterranea e i piatti della tradizione italiana, è quasi impossibile fare a meno. Sono incredibilmente versatili: possono essere utilizzati per insaporire il classico sugo di pomodoro, il brodo e tantissimi altri piatti, dagli antipasti ai contorni.

Se avete l’occasione di prepararli in casa, magari utilizzando i pomodori del vostro orto, un passaggio a cui dovete prestare attezione è la conservazione. Quali sono i metodi di conservazione dei pomodori secchi? Ecco varie tecniche, semplici e veloci, per garantire una durata ottimale dei pomodori secchi durante tutto l’inverno.

Come conservare i pomodori secchi sott’olio

Il metodo più diffuso per conservare i pomodori secchi consiste nel riporli in appositi vasetti in vetro con olio extravergine d’oliva.

Questa tecnica è preferibile alla conservazione senza olio, in quanto scongiura lo sviluppo di eventuali muffe e consente di insaporire i pomodori con l’aggiunta di altri ingredienti, come aglio, peperoncino ed erbe aromatiche.

Per preparare i pomodori secchi sott’olio, procedete nel seguente modo:

  1. Portate a ebollizione 300 ml di acqua con 300 ml di aceto all’interno di una pentola capiente, unite i pomodori secchi e sbollentateli per 5 minuti, dopodiché scolateli, riponeteli sopra un ampio canovaccio e lasciateli asciugare completamente in un luogo ventilato.
  2. Una volta asciutti, riponete i pomodori secchi all’interno dei vasetti in vetro precedentemente sterilizzati, coprendo ogni strato con olio extravergine d’oliva. Riempite ogni barattolo fino a 2 cm dal bordo e rabboccate la parte restante con altro olio, dopodiché richiudeteli con i rispettivi tappi.
  3. Immergete i barattoli in abbondante acqua bollente e lasciateli bollire per circa 30 minuti in modo tale che si crei l’effetto sottovuoto, dopodiché capovolgeteli e lasciateli raffreddare completamente prima di riporli in dispensa.

    Dopo l’apertura, conservate i pomodori secchi sott’olio in frigorifero e consumateli entro pochi giorni.

Come conservare i pomodori secchi senza olio

Se preferite non utilizzare l’olio in fase di conservazione, assicuratevi che i pomodori secchi siano completamente asciutti: è fondamentale che non siano presenti tracce di umidità per scongiurare la formazione di muffe. Potete riporli all’interno di una damigiana in vetro o dei pratici contenitori a chiusura ermetica, e conservarli in un luogo fresco, buio e asciutto della dispensa, oppure in frigorifero. Sconsigliamo di riporli in freezer in quanto congelandosi perderebbero buona parte del loro sapore originario.

Scritto da Angelica Mocco
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Caviale di zucchine: ricetta originale con formaggio e pomodorini

Tempo conservazione delle uova in frigo: guida completa

Leggi anche
Contents.media