I migliori panettoni artigianali di Milano: le pasticcerie più amate

Ecco una lista delle migliori pasticcerie di Milano in cui gustare incredibili panettoni artigianali. Cinque proposte da non perdere.

Che ci si trovi a Milano per diletto o per questioni di affari, un pitstop nel capoluogo lombardo per provare il tipico panettone durante le festività natalizie è d’obbligo: ecco cinque delle migliori pasticcerie da sperimentare.

Dove mangiare un buon panettone a Milano: le pasticcerie migliori

Il panettone è il dolce natalizio per eccellenza. Con il trascorrere del tempo, la prelibatezza è stata proposta sul mercato in varianti diventate ormai infinite. Tradizionale o senza canditi, al cioccolato o con ingredienti esotici come l’ananas o, ancora, con farciture personalizzabili. In vendita, poi, si trovano panettoni realizzati da chef stellati, da chef emergenti o quelli preparati da forni e pasticcerie storiche di Milano.

Data la varietà dell’offerta, non resta altro che scegliere il panettone che più si adatta al proprio gusto.

Marchesi

Per gli amanti del panettone classico, Marchesi realizza il dolce di Natale nel pieno rispetto dalla tradizione milanese. La pasticceria vanta diverse sedi a Milano: si trova, infatti, in via Santa Maria alla Porta 11, in via Montenapoleone 9 e in Galleria Vittorio Emanuele II. In attività da oltre due secoli, Marchesi è da sempre uno dei punti di riferimento per chi vuole acquistare un panettone artigianale. Il segreto sta nell’impasto realizzato con lievito madre e lasciato lievitare per svariate ore conferendo morbidezza al prodotto. Il “Tradizionale Milanese” – come viene chiamato il dolce presso la pasticceria storica – è disponibile in diversi pesi ossia da 1,5 kg, da 2 kg e da 3 kg. Presso il locale, è possibile anche acquistare varianti al cioccolato, mele e cannella oppure versioni da 1 kg senza canditi.

Italo Vezzoli

Il panettone “L’Originale” di Italo Vezzoli, oltre a essere stato pluripremiato negli anni, è realizzato senza canditi né uvetta. Il dolce tipico, ricoperto da glassa di mandorle, granella di zucchero e mandorle, è realizzato con lievito naturale madre. L’impasto viene lavorato con cura e attenzione e lasciato lievitare lentamente per più di 36 ore. Dopo la cottura, il panettone è incredibilmente morbido, arioso e molto profumato. Oltre a “L’Originale”, gli amanti della tradizione possono acquistare “Il Milano” con uvetta e canditi.

Iginio Massari

Uno dei punti di forza di Iginio Massari è da sempre il panettone. Il dolce tipico, acquistabile in via Guglielmo Marconi 4, viene preparato ricorrendo al metodo delle quattro lievitazioni a tempo e temperatura controllati e dei due impasti. In totale, per ottenere un prodotto finito, occorrono 62 ore. Il panettone di Iginio Massari è farcito con cubetti di arancia candita calabrese e uvetta Sei Corone mentre la sommità e ricoperta di glassa alle mandorle con mandorle grezze, granella di zucchero e un tocco di cacao. Confezionato fresco e senza conservanti, il dolce va consumato entro circa un mese e mezzo dall’acquisto ed è disponibile in diversi pesi (0,5 kg, 1 kg, 2 kg e 3 kg). Presente, poi, anche una versione con impasto al cacao e gocce di cioccolato fondente e al latte, arricchito da miele d’acacia e sfumature di arancia.

Da Vittorio

Al civico 7 di Corso Matteotti, è possibile gustare una rivisitazione del classico panettone che è stata capace di superare la versione tradizionale. Da Vittorio si può acquistare un panettone al cioccolato dei fratelli Cerea, tre stelle Michelin. Se è evidente dalla versione classica del dolce la passione per la pasticceria di Enrico Cerei, questa emerge in tutta la sua potenza in quella al cioccolato. L’impasto al cacao è farcito con cioccolato alla gianduia, gocce di cioccolato, scorza d’arancia, miele d’acacia, pasta di cacao e pralinato alla nocciola e mandorla.

La Martesana

Il panettone della Martesana, contrariamente agli altri lievitati, possiede un impasto realizzato con arancia candita in due varianti a cui si aggiungono note aromatiche dell’uvetta e della vaniglia Tahiti pura in bacche. Oltre al panettone tradizionale, la pasticceria propone anche varianti come il panettone con cioccolato e pistacchio, con i Marron Glacés e il Panetùn de l’Enzo, realizzato in collaborazione con Vincenzo Santoro. Questo particolare prodotto mira a omaggiare la torta Sacher attraverso una ricetta che prevede che il dolce venga ricoperto con una glassa al cioccolato fondente con una farcitura di albicocche in confettura e semicandita. La Martesana ha diverse sedi: si trova, infatti, in Piazza Sant’Agostino 7, in Via Sarpi 62 e in Corso di Porta Roma 131.

Scritto da Ilaria Minucci
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il significato delle 7 strisce di frolla sulla pastiera napoletana

Dal Made in Italy all’Asia: il cibo orientale nei supermercati

Leggi anche
Contentsads.com