Cassoeula: la ricetta veloce e tante curiosità

Chi ha detto che per preparare la cassoeula occorre stare tanto tempo dietro ai fornelli? Questa pietanza sempre tanto apprezzata, della tradizione lombarda ma preparata in tutta Italia, può essere portata in tavola anche da coloro che non riescono a dedicarsi molto in cucina. Grazie all’uso di materie prime povere sarà infatti possibile preparare un’ottima cassoeula in tempi ridotti. Tutto ciò consentirà di stupire i propri ospiti per una cena informale, ma anche durante le festività o per celebrare un’occasione speciale. Che aspetti quindi a scoprire la ricetta veloce della cassoeula.

Ingredienti

  • 4 costine di maiale
  • 4 salamelle fresche
  • 4 litri di brodo di maiale
  • 300 gr di verza tagliata a listarelle
  • 1 sedano
  • 1 carota
  • 2 cipolle rosse
  • burro
  • sale
  • mezzo bicchiere di vino bianco

Informazioni

Porzioni: 4

Preparazione

  1. Il brodo di maiale si può preparare il giorno prima lasciano bollire, in una grande pentola, orecchie, cotenna e zampetto.
  2. Allo scopo di accorciare i tempi di preparazione, il brodo può essere anche realizzato utilizzando alcune costolette di maiale e aggiungendo le cipolle, il sedano e la carota, ma facendo attenzione a non salare l'acqua di cottura.
  3. Occorre lasciare bollire il tutto per almeno 1 ora a fuoco basso. Il risultato che si ottiene sarà non solo più veloce, ma anche dal gusto delicato e maggiormente gradito a chi non ama le cartilagini del maiale.
  4. Preparato il brodo, si passa alla fase della vera e propria scottatura. In una padella molto capiente bisogna far sciogliere delicatamente il burro per poi aggiungere costine e salamelle, in modo da farle rosolare uniformemente.
  5. Le carni dovranno apparire ben dorate e rilasciare parte del grasso. Finita la cottura occorre metterle in un piatto e lasciarle momentaneamente da parte.
  6. In un tagliere bisogna ridurre a piccoli cubetti le cipolle, il sedano e la carota. Tagliare la verza a listarelle e metterla da parte.
  7. Inserire il mix di cipolla, sedano e carote ottenuto all'interno di una padella e lasciare rosolare con una noce di burro per qualche minuto.
  8. Appena il soffritto sarà ben dorato aggiungere le costine e le salamelle precedentemente cotte e sfumare con il mezzo bicchiere di vino bianco.
  9. Abbassare la fiamma e continuare con la cottura versando il brodo di maiale. Aggiungere le verze e fare cuocere sempre a fuoco basso per circa 30 minuti con coperchio. A fine cottura assaggiare e aggiustare eventualmente di sale. Servire il piatto ben caldo.

Cassoeula: abbinamenti

Rustica e saporita, la cassoeula si presta comunque alle presentazioni più disparate e può facilmente diventare una pietanza anche molto raffinata, quindi adatta per le cene di gala e di fine anno. In questi casi può essere vincente l'impiattamento che prevede l'accostamento con cestini di polenta, accuratamente immersi nel brodo assieme alle carni e alle verze. Importante anche l'abbinamento del vino giusto. Meglio prediligere rossi particolarmente acidi come il Barbera o il Lambrusco. cassoeula con polenta

Origini della cassoeula

La cassoeula è una ricetta dalle origini molto antiche e che viene preparata in tutta la Lombardia, specialmente per scaldare i commensali durante i rigidi inverni. Incerto rimane il significato del nome. Secondo una prima scuola di pensiero deriverebbe da "cassoeu", ovvero dal mestolo che si utilizza per mescolare gli ingredienti durante la cottura. Tuttavia, alcuni ritengono che il termine derivi invece dalla "cazzuola", l'arnese dei muratori. Infatti, si narra che un tempo gli operai, in mancanza di un mestolo, utilizzassero proprio la cazzuola durante le preparazioni. In tutta la Lombardia la pietanza prevede diverse varianti. Nella zona della Brianza, ad esempio, viene solitamente servita con abbondante brodo. Nelle provincie di Come si utilizza la testa del maiale e a Pavia di prediligono le puntine. In alcune parti della regione la carne di maiale viene sostituita persino con quella d'oca.  
Scritto da Sabrina Rossi
Contents.media