Cantinetta da vino da incasso: a che cosa serve e gli elementi che la caratterizzano 

Una soluzione comoda, discreta ed elegante per proteggere il nostri vini in modo perfetto e per mantenere una qualità elevata.

Una cantinetta da vino da incasso è ideale per conservare le bottiglie alla giusta temperatura senza risultare ingombrante nel luogo in cui viene sistemata. Disponibile in diversi modelli e di ogni forma e dimensione, si tratta di un’ottima soluzione per proteggere il prodotto in modo perfetto e per mantenere una qualità elevata. Le caratteristiche che compongono questo tipo di cantinette inoltre sono varie e tra queste vi è il fatto di arricchire l’arredo circostante, con la loro presenza.

Cantinetta da vino da incasso: a che cosa serve

Una cantinetta da vino ad incasso è la soluzione ideale per conservare le bottiglie di vino e può essere indicata anche con l’espressione più comune “da incasso”. Al fine di gustare al meglio il prodotto vinicolo infatti è necessario tenerlo sempre alla corretta temperatura. Per questo, dispositivi come le cantinette sono perfetti, perché dotati di regolazione dei gradi e di sistemi tecnologici protettivi.

La tipologia ad incasso possiede questa denominazione perché si incastra in modo perfetto in un luogo scelto della casa. In più, i modelli presenti sul mercato sono davvero numerosi, perché di ogni forma e dimensione. La scelta giusta quindi dipenderà in primis dal tipo di punto stabilito per la sua sistemazione. Oltre a questo però, occorre anche scegliere in base agli elementi caratteristici della cantinetta, che possono essere vari e che meritano un discorso a sé.

Le sue caratteristiche

Le cantinette da incasso non solo permettono di regolare la temperatura, ma proteggono le bottiglie grazie a particolari elementi o tecnologie. Tra queste, la presenza di sistemi di illuminazione particolari, come il filtro UV e la porta in doppio vetro. In questo modo non solo ogni singola bottiglia avrà la massima protezione, ma anche l’aroma sarà sempre ottimo.

Molti modelli inoltre hanno scompartimenti diversi, utili per sfruttare la funzionalità a “doppia temperatura”. Quest’ultima serve per conservare determinate tipologie di vino a un certo numero di gradi e altri invece a un’altra temperatura.

In più soluzioni del genere possono essere sistemate in ogni punto della propria cucina e la circolazione dell’aria avviene per mezzo di uno zoccolo frontale. Di conseguenza, non c’è bisogno di lasciare libere le parti laterali che compongono la cantinetta. In più quelle da incasso possono essere di tre tipologie diverse: a colonna, a forno o “sotto-top”. Di solito fanno parte della prima categoria quelle che si sviluppano in verticale e sono di grandi dimensioni. Per questo motivo, la loro presenza può diventare a tutti gli effetti un ottimo elemento di arredo.

Più contenute invece le forme delle cantinette vino forno, che si adattano a punti ridotti della cucina, in nicchie e non hanno una forte resa scenica. Il terzo gruppo invece comprende dispositivi da posizionare in aree che si sviluppano nella parte inferiore del mobilio.

Considerando tutti gli elementi che caratterizzano le soluzioni da incasso, si può affermare che la maggior parte di tali modelli si adatti al meglio a ogni tipo di arredo. Tali sistemi infatti diventano parte dello stile scelto e tendono ad arricchirlo grazie ai loro design eleganti.

Scritto da alice sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come apparecchiare la tavola a Natale: i consigli migliori

Quale vino regalare a Natale: i consigli e cosa evitare

Leggi anche
Contents.media