Come friggere il baccalà

Il baccalà è un pesce molto usato nella cucina tipica di molti paesi.

Anche l’Italia, la cui tradizione culinaria d’eccellenza è riconosciuta in tutto il mondo, ovviamente non fa eccezione, questo perché il baccalà è un pesce poco costoso, che si conserva a lungo e che allo stesso tempo ha un sapore davvero molto intenso, sempre in grado di caratterizzare in maniera unica i piatti di cui è protagonista.

È molto difficile trovare un’occasione speciale o una festività che non prevede un piatto a base di baccalà all’interno del menù preparato per celebrarla.

Le ricette e i modi per cucinare il baccalà sono davvero tanti e tutti gustosissimi: in umido, con le patate, al forno ecc.

Tra tutte le modalità di cottura, però, di sicuro la più golosa e sfiziosa rimane quella fritta.

Oggi scopriamo assieme a Sapori Nuovi come friggere il baccalà.

Quali ingredienti per la pastella per friggere il baccalà

Se il baccalà fritto risulta tanto irresistibile, gran parte del merito è dovuto alla sua caratteristica principale di risultare croccante fuori e tenero al suo interno, grazie alla pastella che lo avvolge.

Baccalà fritto in pastella croccante

Per la preparazione di una buona frittura di baccalà, quindi, è assolutamente necessario preparare la pastella con i giusti ingredienti.

Per una frittura per 4 persone, sarà necessario procurarsi:

  • 500-600 gr di baccalà dissalato;
  • 300 gr di farina
  • acqua q.b.
  • un pizzico di lievito (facoltativo)
  • olio di semi di arachidi q.b.

Come si fa la pastella per friggere il baccalà

Per la preparazione della pastella sarà sufficiente preparare un composto liscio ed omogeneo che non risulti né troppo liquido né troppo denso.

Pastella per baccalà fritto

Per ottenere una pastella della giusta consistenza è bene lasciarla risposare un 1-2 ore al caldo una volta pronta, in alternativa potrete aggiungere un pizzico di lievito all’impasto, e procedere subito con la frittura.

Mettete la farina in una bacinella e versate al centro l’acqua tiepida un po’ per volta

Mettete la farina in una bacinella e versare l’acqua tiepida

Man mano che si continua con l’aggiunta di acqua, mescolate sempre con una frusta per evitare la formazione di grumi

Mescolare tutti gli ingredienti

Quando l’impasto risulterà liscio e allo stesso tempo vischioso, sarà pronto per essere utilizzato.

Pastella pronta

Come fare il baccalà fritto

Una volta preparata la pastella, non vi resterà altro che procedere con la frittura.

Per prima cosa private della pelle il baccalà, e sciacquatelo affinché perda il sale in eccesso

Pulire il baccalà

Nel frattempo preparate una padella con dell’olio di semi di arachidi e portatelo alla temperatura adatta per la frittura

Fate scaldare l'olio in una padella

Una volta che il baccalà risulterà asciutto, si potrà procedere a “impastellarlo”

Immergere il baccalà nella pastella

Dopo aver immerso singolarmente i pezzi di baccalà nella pastella, friggeteli nella padella preparata con l’olio bollente

Friggere il baccalà

Quando la pastella risulterà dorata in superficie, scolate i pezzi di baccalà su un foglio di carta assorbente e servite quando sono ancora ben caldi.

Fate assorbire l'olio in eccesso e servite ben caldo

Buon appetito!

Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Menù di Pasqua vegetariano: 20 ricette

Come friggere il pesce surgelato

Contents.media