Come sostituire la carta forno

La carta da forno è utile per la cottura e la conservazione degli alimenti, ma se in casa è terminata? Come sostituire la carta forno?

Chiunque utilizza in cucina la carta forno, sia per la cottura degli alimenti in forno, al cartoccio o in modo tradizionale, oppure per la conservazione degli alimenti, ma come tutti i tipi di carta utilizzati in cucina può esaurirsi.

Come sostituire la carta forno se in cucina non ce n’è più e non si può uscire a comperarla?

Forse non tutti sanno che è molto di quello che è in cucina può essere sostituito da altri prodotti che si trovano anch’essi nella dispensa di casa, oppure combinando prodotti di origine vegetale, come gli alimenti.

Quindi, la carta forno può essere sostituita attraverso altre carte generalmente utilizzate in cucina per gli stessi scopi della carta forno, cottura e conservazione degli alimenti, tra cui:

Alluminio

carta_alluminio

Sopporta temperature che vanno dai 30° ai 220° quindi è ottima per la cottura al forno di praticamente tutti gli alimenti, compresa la cottura al cartoccio, senza contare che è presente in ogni dispensa di casa ed è anche facilmente modellabile, quindi adattabile a ogni esigenza.

Tappeto in silicone antiaderente da forno

tappeto in silicone antiaderente da forno

Si tratta di una soluzione alternativa alla carta da forno che forse qualcuno ha appena acquistato o possiede da tempo, ma forse non ha ancora provato.

Questo è il momento giusto. Il tappeto in silicone antiaderente da forno è un rivestimento in grado di sopportare sia temperature molto alte (come quelle del forno) sia molto basse (come quelle del congelatore), dunque è un’ottima soluzione per cuocere alimenti in forno e per congelare-conservare cibi. Ne esistono di differenti dimensioni teglia.

Oltre a queste, più comuni e usate, vi sono alcune soluzioni alternative alla carta forno che utilizzano prodotti di origine vegetale, in sostanza alimenti che usati in un certo modo svolgono le stesse funzioni della carta forno. Eccole:

Burro e farina

burro e farina

Per non far attaccare gli alimenti durante la loro cottura in forno la prima soluzione di origine vegetale, quindi senza alcun supporto di carte o altri materiali aggiunti, è l’uso di burro e farina. Imburrare quindi infarinare la teglia o il contenitore nel quale andrà cotto un determinato alimento consente di cuocerlo senza pericolo che attacchi o che resti appiccicato al contenitore o alla teglia una volta terminata la cottura. Una soluzione semplice che utilizza alimenti praticamente sempre presenti in ogni cucina, quindi facilmente reperibili da chiunque. Questa soluzione è più adatta in caso di cottura di cibi dolci.

Olio Extravergine d’oliva

olio extravergine d'oliva

L’olio d’oliva, in particolare quello extravergine, è un’ottima alternativa alla carta forno o a qualunque altro tipo di copertura di teglie o altri contenitori per la cottura degli alimenti in forno. Si tratta di una soluzione naturale, come la precedente descritta, ma a base di grassi vegetali (olio appunto). L’uso di un olio piuttosto che di un altro è fondamentale perché utilizzare un olio di scarsa qualità potrebbe alterare il sapore del cibo, dunque compromettere il risultato finale. L’olio più indicato per fungere da antiaderente durante la cottura di alimenti in forno è dunque l’olio extravergine d’oliva che va spalmato sulla teglia o sul recipiente in modo omogeneo e senza esagerare perché si tratta comunque di un alimento piuttosto grasso che, se usato in eccesso, andrebbe a rendere più grasso anche il cibo cotto con questo sistema. Questa soluzione è più adatta alla cottura di cibi salati, come pizza, torta salata e molti altri ancora.

Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come sostituire il mascarpone nei dolci

10 ragù vegetariani per lasagne

Leggi anche
Contents.media