Come conservare la zucca: metodi semplici, veloci ed efficaci

Come poter conservare la zucca e far sì che rimanga fresca il più a lungo possibile? 3 metodi semplici ed efficaci per evitare inutili sprechi.

Dolce, cremosa e delicata: la zucca è un ortaggio autunnale che offre mille opportunità in cucina. Può essere utilizzata per preparare dolci deliziosi, sfiziosi antipasti e tantissimi altri piatti, dalle classiche vellutate ai contorni e condimenti più fantasiosi e ricchi di gusto.

L’autunno è la sua stagione per eccellenza, ma nulla vieta di portarla in tavola anche durante l’inverno e in primavera. Il segreto per non rimanere mai senza? Imparare a conservarla nel miglior modo possibile. Una zucca integra può tranquillamente soggiornare in dispensa per settimane o addirittura mesi, ma anche dopo averla tagliata esistono numerosi metodi e trucchetti per far sì che duri a lungo. Del resto, sapere come conservarla è fondamentale, specialmente se la zucca in questione ha dimensioni notevoli e difficilmente la si riesce a consumare in giornata.

Curiosi di scoprire quali sono i metodi più efficaci? Proseguite la lettura!

Come conservare la zucca in frigo

Se la zucca non è molto grande e ve ne avanza una piccola quantità, la soluzione migliore è quella di riporla in frigorifero e consumarla entro 3-4 giorni. Potete semplicemente coprire la parte esposta con della pellicola, dopo aver eliminato i semi e i filamenti, oppure sbucciarla, tagliarla a cubetti e riporla all’interno di un contenitore a chiusura ermetica, così da averla subito pronta all’uso.

Come congelare la zucca

La zucca può essere congelata e conservata in freezer anche per lunghi periodi di tempo (indicativamente fino a 6 mesi, come per tutti gli ortaggi). Questa è una soluzione ottimale se la zucca in questione è molto grande o si desidera fare scorta per i mesi a venire.

La zucca può essere conservata sia cruda che cotta. Se decidete di conservarla cruda, pulitela accuratamente rimuovendo i semi e i filamenti, sbucciatela e tagliatela a pezzetti, dopodiché riponetela all’interno degli appositi sacchetti a chiusura ermetica.

Se invece decidete di conservarla cotta, lasciatela raffreddare completamente e riponetela all’interno di un contenitore a chiusura ermetica. In tal caso, dovrete ricordavi di consumarla entro 3 mesi.

Come conservare la zucca sottovuoto

La terza soluzione, sicuramente più impegnativa ma altrettanto gratificante, consiste nel conservare la zucca sottovuoto, trasformandola in una gustosa conserva da riporre in dispensa o regalare a parenti e amici, magari con il consueto cesto natalizio. Se cercate una conserva salata, provate la zucca grigliata sott’olio, oppure optate per una deliziosa conserva dolce, come la marmellata di mele e zucca.

Scritto da Angelica Mocco
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sformato di broccoli e crescenza: ricetta rustica e gustosa

Pain brioche alla zucca: ricetta alternativa, sfiziosa e autunnale

Leggi anche
Contentsads.com