Notizie.it logo

Impastatrici: tutti i vantaggi di una planetaria

planetaria

Con la planetaria cucinare è ancora più semplice e divertente, è perfetta per tutti non solo per i cuochi professionisti.

Che tu sia un cuoco professionista o amatoriale di pizza, torte, pane o dolci, probabilmente avrai considerato l’acquisto di un’impastatrice planetaria. Se sei in cerca di un’impastatrice professionale avrai notato che esistono due tipi principali di miscelatori: il miscelatore planetario e il miscelatore a spirale.

Il miscelatore planetario è uno strumento da cucina che viene utilizzato per mixare polveri secche e umide, paste leggere, gel e impasti. Questo tipo di miscelatore è molto popolare nel settore alimentare e della panetteria grazie al suo semplice funzionamento e ai costi contenuti.

Negli ultimi anni, il mercato delle planetarie si è notevolmente sviluppato al punto che oggigiorno questo strumento professionale è diventato fondamentale per arricchire qualsiasi cucina domestica. Ma come scegliere la migliore planetaria per impastare per la tua casa? Per capirlo sarà necessario fare alcune opportune distinzioni su tipi e modelli.

Funzionamento della planetaria

L’impastatrice planetaria è così chiamata poiché la lama – detta anche battitore – gira su un albero sfalsato che ruota attorno alla ciotola fissa, non rotante. Tale movimento è paragonabile al modo in cui i pianeti ruotano attorno al sole, da cui il nome planetario.

Questo tipo di impastatrice si compone di due sezioni cilindriche, poste l’una sopra l’altra e fissate ad un telaio, chiamato forcella.

Caratteristiche e vantaggi della planetaria

Uno dei maggiori vantaggi di questo tipo di planetaria impastatrice consiste nella notevole quantità di accessori per mixer che solitamente la corredano e la rendono una scelta altamente versatile. Con i vari utensili si può non solo può gestire l’impasto, ma anche mescolare le patate, creare la pastella, tagliare o tritare verdure e persino macinare la carne.

Ogni planetaria ha inoltre di solito tre tipi diversi di fruste che vi permetteranno di lavorare sugli impasti più differenti:

  • La frusta K, adatta a lavorare ingredienti indispensabili in molte preparazioni, come la farina e le uova;
  • La frusta a filo, più indicata per impastare composti più soffici;
  • La frusta a gancio, ideale per lievitati dolci e salati.

Differenze impastatrice e impastatrice planetaria

Gli stabilimenti con meno interesse per la versatilità e più interessati a miscelare solo un alto volume di pasta possono optare per un mescolatore a spirale, noto anche come mescolatore di pasta. Il movimento rotatorio dei suoi ganci a spirale con una ciotola rotante rende il mescolatore a spirale ottimo per creare impasti perfettamente omogenei.

Si tratta di un mixer comunque valido, ma che dispone di una minor quantità di utensili e quindi di una minor possibilità di utilizzo nella vostra cucina. Inoltre è bene sottolineare che il movimento planetario del battitore è differente da quello effettuato da un mixer comune, che tenderà ad amalgamare meno gli ingredienti del vostro composto.

Come scegliere un’impastatrice planetaria?

Ci sono molte considerazioni da fare quando si decide quale impastatrice planetaria acquistare. Ricorda di considerare bene tutte le caratteristiche del tuo prodotto al fine di prendere la decisione migliore. I prezzi delle impastatrici planetarie non sono bassissimi, perciò prima di fare il tuo acquisto considera alcune caratteristiche essenziali su questo prodotto.

Sarà importante valutare un modello con una potenza di almeno 325 watt e con diverse impostazioni di velocità – non meno di 10. Durante l’utilizzo dell’impastatrice è frequente fermarsi. Per questa ragione sarà necessario scegliere un modello con la funzione di riposo. Infine, ricordatevi di prendere in considerazione anche le dimensioni della ciotola di miscelazione in particolare se volete utilizzarla per impasti di panetteria.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche