Taralli di San Biagio: ricetta abruzzese, come prepararli

In onore di San Biagio, il 3 febbraio è usanza preparare in diverse regioni d’Italia dei piatti e dolci tipici. C’è chi non rinuncia a una fetta di panettone avanzato dalle festività natalizie e chi coglie al volo l’occasione per mettere le mani in pasta: torte, ciambelle, panini e taralli. E sono propri questi dolcetti sfiziosi a forma di ciambella, arricchiti con semi d’anice o gocce di cioccolato, che vi consigliamo di provare: sono soffici, profumati e invitanti, talmente buoni che uno tira l’altro! Ecco la ricetta abruzzese dei taralli di San Biagio, da sfornare, assaporare e regalare.

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 130 g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 60 g di olio extravergine d'oliva
  • 250 ml di latte
  • 1 cucchiaio di semi d'anice
  • 15 g di lievito di birra
  • un pizzico di sale

Informazioni

Porzioni: 8
Costo: Basso
Tempo di preparazione: 05:30
Tempo di cottura: 00:30
Tempo totale: 06:00

Preparazione

  1. Iniziate scaldando all'interno di un pentolino il latte, fin quando non risulta leggermente tiepido. Unite il lievito di birra sbriciolato e mescolate affinché si sciolga completamente.
  2. Setacciate la farina all'interno di una ciotola capiente e aggiungete lo zucchero e un pizzico di sale. Create una conca al centro e unite l'uovo leggermente sbattuto, l'olio extravergine d'oliva e una piccola quantità di latte.
  3. Iniziate ad amalgamare gli ingredienti con un cucchiaio e incorporate gradualmente anche il restante latte tiepido, continuando a lavorare l'impasto con le mani. Distribuite in modo omogeneo i semi d'anice tritati e create un panetto liscio e uniforme.
  4. Mettete l'impasto all'interno di una ciotola infarinata, copritelo con la pellicola per alimenti e lasciatelo lievitare per circa 4 ore in un luogo tiepido, come l'interno del forno spento e con la luce accesa.
  5. Con l'impasto lievitato create dei filoncini e unite le estremità per ottenere dei taralli con un ampio buco al centro. Adagiateli direttamente sopra una leccarda coperta con un foglio di carta da forno e attendete che lievitino per altri 60 minuti.
  6. Terminato il tempo di lievitazione, infornate i taralli di San Biagio a 180° e lasciateli cuocere fin quando non risultano leggermente doranti in superficie: occorrono circa 30-35 minuti, ma vi consigliamo di controllarli poco prima per evitare che si brucino.
Una deliziosa variante dei taralli di San Biagio si prepara sostituendo i semi d'anice con gocce di cioccolato fondente o, ancor meglio, cioccolato in scaglie sottili. Se siete intolleranti al lattosio, utilizzate l'acqua tiepida al posto del latte: risulteranno altrettanto golosi e invitanti! Taralli di San Biagio ricetta abruzzese
Scritto da Angelica Mocco
Contents.media