Chi è Tommaso Foglia di Bake Off 2022: biografia e carriera

Chi è Tommaso Foglia, giudice di Bake Off 2022: formazione ed esperienze lavorative del giovane pastry chef originario di Nola.

Tommaso Foglia ha soli 32 e una luminosa carriera alle spalle, coronata nel 2022 dalla nomina a Pastry Chef dell’anno secondo la Guida Gambero Rosso. Nato nel 1990 a Nola da genitori panettieri, Tommaso Foglia cresce in un ambiente in cui predomina l’amore e la passione per la cucina.

A 17 anni avvia il suo percorso di formazione nel ristorante a 2 stelle Michelin Don Alfonso a Sant’Agata sui Due Golfi, che lo porta nel giro di pochi anni a lavorare nei ristoranti più prestigiosi al mondo. Dal 2 settembre ci sarà anche lui a ricoprire la veste di giudice in Bake Off 2022, affiancato da Damiano Carrara ed Ernst Knam, storici giudici della trasmissione condotta da Benedetta Parodi, ormai giunta alla 10 edizione.

Storia professionale del pastry chef

Tommaso Foglia inizia il suo percorso formativo nel mondo dell’alta pasticceria nel 2007, quando al quarto anno di Istituto Alberghiero ha gli viene data l’opportunità di seguire uno stage di tre mesi presso la cucina stellata del Don Alfonso 1890. Dopo il diploma si sposta a Roma, in cui lavora presso il Ristorante Baby e successivamente parte alla volta di Positano, presso Le Sirenuse, acquisendo l’esperienza e le capacità che nel 2011 gli consente di essere assunto il Don Alfonso 1890, in qualità di executive pastry chef.

In seguito arricchisce il suo curriculum con numerose esperienze in giro per il mondo: a Marrakesh presso La Mamounia Palace Hotel, in cui ha occasione di lavorare con un team francese, a Dubai, in cui gestisce l’apertura del Don Alfonso, e in Irlanda, presso il ristorante a 2 stelle Michelin di Patrick Guillbaud. Nel 2018 approda nuovamente in Italia, alle porte del Resort San Barbato di Lavello.

Dove lavora Tommaso Foglia

Attualmente Tommaso Foglia è pastry chef presso il Resort San Barbato di Lavello e gestisce la pasticceria dei 5 ristoranti presenti al suo interno, tra cui il Don Alfonso 1890, potendo spaziare tra differenti stili e linee di dessert, in un ambiente sempre dinamico e stimolante per la sua creatività. Il filo conduttore che unisce le sue creazioni è la continua ricerca dell’equilibrio: le sue migliori ricette sono realizzate con materie di primissima qualità e racchiudono sapori spesso in contrasto tra loro.

Scritto da Angelica Mocco
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tommaso Foglia: le migliori ricette dolci del giudice di Bake Off

Ristorante Villa Crespi: menù, location e prenotazioni

Leggi anche
Contents.media