Come cucinare la trippa

La trippa è un alimento costituito dalle diverse parti dello stomaco dei ruminanti. In cucina si presta a diverse ricette in base alla località, come per esempio la trippa alla fiorentina, alla milanese, alla romana: si differenziano le une dalle altre per un particolare tipicamente regionale.

Ecco nello specifico come cucinare la trippa.

Come cucinare la trippa, l’acquisto
La trippa può essere acquistata già pulita e parzialmente lessata, oppure già tagliata a listarelle.
Facciamo attenzione al colore: anche se il tipo bianco ha un aspetto più gradevole, è meglio preferire la trippa grigia o scura, che ha subito un giusto lavaggio e una leggera scottatura. In commercio si trova anche quella surgelata, lo stesso di buona qualità.

Come cucinare la trippa, la conservazione
La trippa si conserva in frigorifero e deve essere utilizzata al massimo entro 36 ore dopo l’acquisto.

Si consiglia di riporla in frigorifero, immersa in acqua per evitare che ingiallisca. Prima di cuocerla è consigliato un periodo di precottura di 4-5 ore.

Come cucinare la trippa alla fiorentina

  • Ingredienti per 4 persone: un kg di trippa, uno spicchio d’aglio, mezzo litro di brodo, 50 grammi di burro, un gambo di sedano, una carota, una cipolla, parmigiano reggiano grattugiato, 500 grammi di pomodori pelati, mezzo bicchiere di vino bianco.
  • Preparazione: dopo aver lavato per bene, tagliare la trippa a fettine sottili. Prendere le carote, cipolla e sedano e tagliare a cubetti. Soffriggere in una padella alta antiaderente l’aglio intero con tre cucchiai d’olio. Aggiungere prima le verdure poi la trippa e versare mezzo bicchiere di vino bianco per sfumare. Aggiungere dopo un paio di minuti i pomodori pelati, mescolare e lasciare in cottura per almeno un’ora, bagnando ogni tanto con del brodo.

    Servire con una spolverata di parmigiano.

Come cucinare la trippa alla romana.

  • Ingredienti per 4 persone: 1 kg di trippa di vitello, 800 g di pomodori pelati, due carote, una cipolla, pecorino romano grattugiato, 80 grammi di grasso di prosciutto, qualche fogliolina di menta romana, una costa di sedano e un bicchiere di vino bianco.
  • Preparazione: tagliare la trippa a strisce larghe e metterla a cuocere a fuoco alto in una pentola con acqua fredda leggermente salata. Aggiungere all’acqua la costa di sedano, una carota, mezza cipolla e una foglia di lauro. Dopo aver raggiunto la bollitura, abbassare la fiamma e continuare la cottura per circa due ore. Nel frattempo preparare un tritato con la carota, il sedano e la cipolla e soffriggere in una padella antiaderente con poco olio e il grasso del prosciutto. Appena il soffritto prende colore bagnarlo con acqua calda e continuare la cottura finché le verdure saranno quasi sfatte poi aggiungere i pelati e condire con sale e pepe. Dopo circa mezz’ora aggiungere la trippa e dopo qualche minuto aggiungere il bicchiere di vino e un po’ di sale e pepe, lasciare cuocere per un’ora, aggiungendo all’occorrenza un mestolo di acqua calda. In un ciotola a parte mescolare il pecorino con la mentuccia da versare sopra quando il piatto sarà pronto.
Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come rosolare i funghi

Come montare la panna

Contents.media