Notizie.it logo

Pranzo di Natale vegano: 20 idee

Pranzo di natale vegano,20 idee

Dicono che sia la cucina di un tempo, della tradizione e dei buoni sapori, noi di Sapori Nuovi abbiamo trovato delle ricette per un pranzo di natale vegano, 20 idee.

La cucina vegana è da molti considerata la cucina più tradizionale, più salutare e la vera cucina mediterranea, eticamente più corretta, più salutare e più leggera. Scopriamo insieme un pranzo di natale vegano, 20 idee.

1 . Pesto di pomodori secchi

1. Pesto di pomodori secchi

Una salsa siciliana da utilizzare come antipasto sui crostini o come sugo per la pasta o gli gnocchi.

Ingredienti:

  • 1 T di pomodori secchi bio, ammollati per un paio d’ore
  • ½ T di mandorle pelate bio o di pinoli bio
  • ½ spicchio d’aglio bio
  • origano bio qb
  • basilico bio qb
  • sale integrale qb
  • 1 piccolo pomodoro fresco tagliato a dadini (facoltativo)

Scolare i pomodori secchi e tenere da parte l’acqua di ammollo in caso di necessità. Tagliarli grossolanamente e metterli nel mixer; frullare tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un composto granuloso e non completamente liscio. Se necessario aggiungere un poco di acqua di ammollo dei pomodori.

Certo sarebbe meglio usare un mortaio … ma …Se amalgamate questo pesto con una bella forma di Ricotta Ravanella, autoprodotta e fatta con latte di soia, e ci condite dell’ottima pasta al dente, vi leccherete i baffi per un bel pezzo!

Ricetta completa Pesto di pomodori secchi

2. Cappelletti in brodo

2. Cappelletti in brodo

I cappelletti in brodo sono uno dei piatti più serviti nelle case italiane il giorno di Natale e non poteva mancare tra le 20 idee per pranzo di natale vegano.

Ingredienti per la sfoglia per 3-4 persone:
400 gr semola di grano duro
2 cucchiai olio evo
acqua bollente q.b.
pizzico di curcuma

Ingredienti per il ripieno:
260 gr ricotta vegan
100 gr granulare di soia
una carota
una piccola cipolla
2 cucchiai lievito alimentare in scaglie
2 cucchiaini amido di mais
sale, pepe, noce moscata

Procedimento per la sfoglia:
Su un tagliere formare una fontana col buco al centro con le farine e la curcuma. Aggiungere l’olio e poca acqua, iniziare a mescolare il centro con l’aiuto di una forchetta, pian piano aggiungere acqua bollente e iniziare ad impastare con le mani (l’acqua brucia, ma viene un’ottima sfoglia così) e aggiungerne fino ad ottenere un composto liscio e morbido.
Infarinare la spianatoia e da brava azdora romagnola iniziare a tirare la sfoglia con l’aiuto di un matterello.

Procedimento per il ripieno:
Prima di tutto, il giorno precedente bisogna fare la ricotta partendo da un litro di soia al naturale (gli ingredienti devono essere solo acqua e semi di soia. Niente sale, zucchero, vitamine o altro).
Per il ripieno facciamo rinvenire il tritatino di soia nel brodo vegetale per 10 minti. Scoliamolo e strizziamolo molto bene. In una padella mettiamo un po’ d’olio evo con una carota e una piccola cipolla triturate finemente, facciamo andare a fuoco medio finché non si ammorbidiscono. Aggiungiamo il tritatino di soia e facciamo cucinare per qualche minuto, aggiungiamo sale e pepe e sfumiamo poi con del vino bianco.
Mettiamo il composto in una ciotola e facciamo raffreddare. A questo punto aggiungiamo la ricotta, il lievito, l’amido di mais e la noce moscata.
Mescoliamo tutto insieme.

Ora calcoliamo la metà esatta della sfoglia e da questa linea immaginaria iniziamo a mettere piccole porzioni di impasto equidistanti tra loro. Quando avremo finito, chiudiamo la superficie con l’altra metà della sfoglia.
Passiamo un dito lungo gli spazi fra le piccole porzioni di ripieno, in modo da togliere l’aria dentro.
Usiamo l’apposito stampino e creiamo i nostri cappelletti.
Mettiamo a bollire del brodo vegetale, caliamo i cappelletti e da che riprende il bollore facciamo cuocere per 1-2 minuti. Serviamo caldissimi.
Ricetta completa cappelletti in brodo

3 . Carciofi alla romana

3. Carciofi alla romana

Un antipasto classico questo dei carciofi alla romana, in questa ricetta vegana la rucola viene aggiunta al prezzemolo per dar sapore.

Ingredienti dei Carciofi

  • 4 Carciofi romani
  • 1 spicchio d’aglio
  • 30 g prezzemolo
  • 50 g rucola
  • qb vino bianco
  • qb sale
  • qb olio evo

Preparazione dei Carciofi

Pulire i carciofi Tagliate i carciofi a metà e tenete i gambi a parte. Preparate un trito sottile di aglio e prezzemolo, quindi riempiteci i carciofi infilandolo dentro alle foglie. Scaldate una casseruola con abbondante olio Evo, posateci dentro i carciofi e i gambi disposti in modo ordinato. Aggiungete il resto del trito e fate soffriggere per 1 minuto. Salate a dovere e se volete sfumate con del rum scuro (a me piace flambarli inizialmente). Aggiungete un bicchiere di vino bianco e fate sfumare. Aggiungete 200 ml di acqua tiepida, coprite con un coperchio e fate cuocere lentamente per mezz’ora. Rucola finale Aggiungete la rucola a fine cottura in modo che si cucini nel fondo di carciofi, aglio e vino. Servite i carciofi alla romana con un qualche pomodoro fresco tagliato a cubettoni e qualche crostino di pane per accompagnare.

Ricetta completa carciofi alla romana

4. Radicchio di Treviso in puntura

4.Radicchio di Treviso in puntura

Antipasto diverso ma buonissimo, accompagnato da salsa di soia, acqua e brodo dashi di kombu.

Ingredienti del Radicchio

  • 3 cespi Radicchio di Treviso Tardivo
  • 200 g farina di riso
  • 200 g acqua
  • qb Brodo dashi di alga kombu
  • qb salsa di soia (shoyu)
  • qb olio per friggere

Preparazione del Radicchio

Preparate la pastella per la tempura unendo farina e acqua: non preoccupatevi dei grumi, più ne fa, meglio è! __ Preparate la salsa di accompagnamento unendo salsa di soia, acqua e brodo dashi di kombu. __ Tagliate a spicchi il radicchio dopo averlo lavato per bene (sarebbe meglio lasciarlo per almeno 30min in acqua ghiacciata corrente in modo che la patina amara se ne vada del tutto). __ Impastellate il radicchio e friggetene 3 spicchi alla volta in modo che la pastella risulti croccante. Servite con la salsina di accompagnamento scaldata al microonde.

Ricetta completa Radicchio di Treviso in puntura

5. Strudel di verdure

5.Strudel colorato di verdure

Lo strudel di verdure si può servire come antipasto o secondo, è coloratissimo grazie alla zucca, alla salvia ed ai pinoli che si trovano al suo interno.

Ingredienti dello Strudel

  • 250 g farina di farro bio integrale
  • 3 cucchiai olio evo
  • 1 cucchiaino raso di sale marino
  • qb acqua frizzante
  • qb crema di tofu o tahin
  • 200 g zucca
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 mazzetto di salvia
  • 30 g pinoli

Preparazione dello Strudel

In una ciotola setacciare la farina, aggiungere un pizzico di sale, i tre cucchiai di olio e i tre cucchiaini di aceto di mele, sfregare il composto con le mani ed aggiungere acqua a filo, tanta quanto basta per ottenere un panetto morbido ed elastico. Dopo una prima impastata, battere per più di una volta il panetto sul piano da lavoro (questo per rompere i legami di glutine che si sono creati e rendere l’impasto elastico), rimpastare un altro po’ e lasciar riposare in una ciotola almeno 30’. Preparare la farcitura lavando e tagliando a listarelle la bieta e la cipolla e grattugiare la zucca a julliene. Stufare in padella le verdure con un filo d’olio e un pizzico di sale. Cuocere a fuoco moderato rimestando con una paletta di legno (cuociono in fredda questa verdure) al termine della cottura aggiungere la salvia spezzettata con le mani. Nel mentre attendete stendete la sfoglia dello strudel: infarinate il piano da lavoro e con l’aiuto del matterello stendere la sfoglia il più sottile possibile, quasi trasparente dando una forma rettangolare. Spennellate la superficie con la crema di tofu/tahina (va bene anche una maionese) e poi con le mani adagiate il ripieno di verdure in modo uniforme su tutta la sfoglia aggiungendo i pinoli, arrotolate e spennellate con un po’ d’olio cospargendo la superficie di semi di sesamo. Infornare a 180° per 30 minuti. N.B. la presenza della crema di tofu unita ai semi di sesamo, ai pinoli e alla scelta di farine integrali, equilibra il piatto apportando una corretta dose di proteine. La ricchezza delle fibre presenti, inoltre, aiuta il mantenimento della flora batterica e il funzionamento dell’intestino.

Ricetta completa strudel di verdure

6. Zuppa di funghi

6.Zuppa di funghi

Una vellutata di funghi ideale per il pranzo di Natale, specialmente se fuori fa freddo e ci si vuole scaldare un po’.

Ingredienti della zuppa

  • 2 tazze e mezzo funghi champignon
  • 1 tazza anacardi reidratati 4 ore
  • 1 porro tagliato sottile
  • 2 tazze d’acqua
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 1 Cucchiaio di tamari
  • 1 cucchiaino di sale rosa dell’Himalay
  • qb pepe nero
  • qb rosmarino
  • qb prezzemolo tritato finemente
  • 3 Cucchiai di olio evi

Preparazione della zuppa

Dopo aver preparato tutti gli ingredienti, frullare sino ad ottenere una crema omogenea e liscia. Servire in ciotoline, guarnendo con prezzemolo, pepe nero, olio a crudo e fettine di champignon.

Ricetta completa zuppa di funghi

7. Panforte casareccio

7.Panforte casareccio

Il panforte è un dolce tipico della tradizione culinaria toscana e questa è la sua versione vegana da preparare per Natale.

Ingredienti per 6-8 persone:

  • 200 gr di zucchero a velo
  • 150 gr di farina 00
  • 350 gr di confettura ai fichi
  • 150 gr di gherigli di noci
  • 150 gr di mandorle dolci
  • 100 gr di cedro candito tagliato a cubettini
  • 150 gr di arancia candita (io ho usato la amcedonia)
  • 1 cucchiaino di cannella in polvera
  • ½ cucchiaio di semi di coriandolo
  • ostie grandi (io ho trovato le piccole)

Procedimento:

Sgusciate le noci e le mandorle. Sbollentatele, colatele ed asciugatele con un canovaccio. Mettetele nel forno a 190° per qualche minuto, e fatele tostare.

Quando sono pronte, tagliatele a pezzettini ed in una terrina mescolatele con il cedro e la frutta candita. Unite il coriandolo, la cannella, la noce moscata e la farina.

In un pentolino, versateci lo zucchero a velo, un cucchiaio di acqua e la confettura. Fate cuocere a fuoco bassissimo, mescolando con un mestolo. Quando otterrete un composto cremoso, unitelo al composto di sopra mescolando. Ora, posizionate le ostie in una teglia. Versateci il composto sopra e con l’aiuto di un coltello, stendete il tutto ed infornatelo a 150° per un 30 minuti. Quando sarà pronto, lasciatelo raffreddare e con l’aiuto di un coltello, lo distaccherete dalla teglia e lo adagiate su di un piatto. Cospargete la superficie con lo zucchero a velo.

Ricetta completa Panforte casareccio

8. Scorzette d’arancia al cioccolato

8.Scorzette d'arancia al ciioccolato

Le scorzette d’arancia al cioccolato, chiamate anche orangettes, sono facilissime da preparare e l’abbinamento arancia e cioccolato fondente è sorprendente.

Ingredienti:
10 arance biologiche con buccia grossa
500 gr cioccolato fondente (il peso dipende da quanto sono grandi le arance e quante scorzette fate)
acqua q.b.
zucchero semolato q.b.

Procedimento:
Come prima cosa mettiamo a bagno le arance in acqua e bicarbonato; laviamole bene sfregando la buccia con forza e sciacquandole sotto acqua corrente e poi asciughiamole con della carta assorbente.
Da ogni arancia tagliamo la calotta superiore e quella inferiore e con un coltello molto affilato incidiamo la buccia in 4 spicchi, che andremo a staccare con le mani (la parte bianca deve venire via insieme alla buccia).

Taglieremo ogni spicchio in scorzette da 4 mm circa: a me sono venute circa 4 scorzette per spicchio, dipende sempre dalla grandezza dei vostri frutti. L’importante è che siano all’incirca tutte della stessa dimensione e non troppo grandi. Proseguiamo fino a finire le arance.
Prendiamo una grande pentola dal fondo spesso, mettiamo tutte le scorzette di modo che non siano troppo stipate le une contro le altre e copriamole di acqua fredda un po’ oltre il loro volume (circa 3-4 cm).
Mettiamo la pentola sul fuoco e quando raggiunge l’ebollizione facciamo cuocere le scorzette per 2 minuti. Scoliamole con un mestolo forato.
Gettiamo la loro acqua di cottura, rimettiamole nella pentola, ricopriamole di acqua pulita sempre circa 3 cm oltre il loro volume e rimettiamo sul fuoco. Di nuovo, facciamo bollire per 2 minuti e poi scoliamole con un mestolo forato e gettiamo l’acqua.
Procedimento da fare per una terza volta! 🙂 Scorzette nella pentola, acqua pulita fino a ricoprirle, mettiamole sul fuoco e facciamo bollire per 2 minuti. Scoliamole.
(Tutti questi passaggi servono a fare perdere l’amaro alla buccia)

Ora pesiamo le nostre scorzette. Mettiamole nella solita pentola con acqua fredda pari al loro peso e zucchero sempre pari al loro peso: le mie pesavano 780 gr, perciò ho messo 780 gr d’acqua e 780 gr zucchero. Di acqua ne potete mettere anche un po’ di più, non c’è bisogno di assoluta precisione, di modo da non doverne nel caso aggiungerne poi durante la cottura.
A questo punto mettiamo sul fuoco; una volta che raggiunge l’ebollizione e lo zucchero si è sciolto, abbassiamo la fiamma fino al punto in cui le scorzette sobbollono, non troppo forte altrimenti lo zucchero caramella ma neanche troppo piano altrimenti non si candiscono, e facciamo cuocere per un’ora e mezza

Ricetta completa Scorzette d’arancia al cioccolato

9. Focaccia Pugliese vegana

9.Focaccia Pugliese vegana

Si cuoce in 30 minuti ed oltre ad essere molto buona è anche comoda, si può servire infatti sia appena uscita dal forno che fredda.

Ingredienti

  • 250 g di farina “00”
  • 250 g farina di grano duro rimacinata
  • 250 g di patate
  • acqua
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio di sale
  • 1 cubetto lievito

Per il condimento:

  • 10 pachino
  • 10 olive nere
  • origano
  • olio

Prima di tutto, mettete le patate (con tutta la buccia) in una pentola con acqua fredda, portate a bollore e fatele cuocere per circa 40 minuti – o fino a quando saranno così morbide da poterle infilzare facilmente con una forchetta.

A questo punto scolatele, togliete la buccia, schiacciatele con una forchetta (o uno schiaccia-patate) fino a farne una purea omogenea e liscia e lasciate freddare.

Poi mettete le due farine a fontana sul piano da lavoro, fate un buco al centro e metteteci il lievito sciogliendolo con un po’ di acqua tiepida; aggiungete lo zucchero e impastate per qualche minuto. Poi aggiungeteci la purea di patate, impastate ancora per qualche minuto fino a quando non otterrete una pasta uniforme e appiccicosa.
Fatto questo, oliate bene una teglia da forno, adagiateci la pasta, livellatela bene con le mani per uniformarne la superficie, copritela con un panno e lasciatela lievitare per circa 3 ore in un luogo caldo e asciutto.

Trascorso questo tempo, riscaldate il forno a 220 gradi; in attesa che arrivi a temperatura farcite la focaccia: tagliate i pachino a metà e coprite tutta la superficie della pasta, aggiungete le olive, l’origano e un filo d’olio.

Infornate per circa 30 minuti e prima di servire la focaccia bella fumante aggiungete ancora un filo d’olio.
Questa focaccia non è solo buona, ma anche comoda, perché potete servirla sia calda che fredda; quindi potete prepararla anche il giorno prima e servirla all’ultimo istante!

Ricetta completa Focaccia pugliese vegana

10. Humus di ceci su pane tostato

10.Humus di ceci su pane tostato

Antipasto buonissimo che piace anche ai bimbi, ecco la ricetta dell’humus di ceci su pane tostato.

Ingredienti:

  • 200 g di ceci lessati,
  • 70 g di tahin (crema di sesamo),
  • 40 g di olio di sesamo o e.v. d’oliva,
  • 30 g di acqua,
  • 1 pizzico di sale,
  • 1 cucchiaio di gomasio,
  • qualche goccia di tamari (salsa di soia),
  • 1 spicchio di aglio (facoltativo),
  • semi di papavero per guarnire

Procedimento: fate ammollare i ceci in acqua per una notte, poi lessateli e lasciateli intiepidire. Mettete tutti gli ingredienti nel frullatore e preparate una crema omogenea. Spalmate l’hummus su delle fette di pane tostato e spolverate il tutto con semi di papavero.

Ricetta completa Humus di ceci su pane tostato

11. Lasagne al radicchio

11. Lasagne al radicchio

Un primo gustoso che il giorni di Natale verrà apprezzato anche dai non vegani, grazie alla besciamella vegan fatta con il latte di riso.

Un primo di grande gusto che non solo i vegani apprezzeranno.

Ingredienti:

  • 300 grammi di lasagne di grano duro integrale,
  • 3 cespi di radicchio,
  • 2 cipolle grandi,
  • 1 litri di besciamella vegan (fatta con latte di riso o latte di mandorle),
  • 1 dado vegetale, pangrattato,
  • lievito alimentare,
  • olio extravergine di olive,
  • sale e pepe.

Preparazione

è abbastanza lunga ma non troppo complicata: tagliate le cipolle e fatele stufare in olio extravergine di olive a fiamma bassa senza farle bruciare. A parte lavate e tagliate il radicchio e preparate la besciamella vegan (se non l’avete comprata). Aggiungete quindi il radicchio alle cipolle e fatelo appassire mescolando di continuo, aggiustate di sale e pepe e aggiungete mezzo cucchiaino di dado vegetale in polvere. Quando l’acqua sarà praticamente evaporata spegnete il fuoco. A questo punto fate bollire mezzo bicchiere d’acqua e scioglietevi il dado vegetale. Prendete una teglia grande, cospargetela con olio extravergine di olive e besciamella, quindi mettete le lasagne (crude), ammorbidite con il brodo vegetale per renderle umide, unite il radicchio distribuendolo per bene, quindi ancora la besciamella e ancora con gli altri ingredienti fino a quando non saranno terminati. Una volta finito l’ultimo strato aggiungete il pangrattato, lievito e olio. Cuocete il tutto in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 40 minuti tenendo la teglia coperta con carta stagnola per i primi 20 minuti di cottura.

Ricetta completa Lasagne al radicchio

12. Insalata con cavolo rosso e mela

12. Insalata con cavolo rosso e mela

Un’insalata diversa dal solito e facile da preparare con cavolo rosso, mela e noci, per un mix molto gustoso.

Ingredienti:

  • Cavolo 1, tagliato
  • Noci 150 gr, tritate
  • Mela 2, sbucciate e fatte a pezzettini
  • Olio extravergine d’oliva 3, cucchiaini
  • Aceto 2, cucchiaini

Preparazione:

Mettere a bollire l’acqua in una pentole grande. Cuocere al suo interno il cavolo rosso per 2 minuti. Sciacquare il cavolo sotto l’acqua corrente fredda e asciugare bene. Mescolare l’aceto e l’olio insieme e condire con sale e pepe. Mescolare il cavolo e la mela con il condimento e servire con le noci sopra.

Ricetta completa Insalata con cavolo rosso e mela

13. Vellutata di lenticchie

13. Vellutata di lenticchie

E come vuole la tradizione, sotto le feste natalizie mangiare le lenticchie porta fortuna e soldi, ecco allora la vellutata di lenticchie per un pranzo di natale vegano.

Ingredienti:

  • Lenticchie 350 g, piccole verdi
  • Patate 2
  • Gambi di Sedano 2
  • Carota 1
  • Cipolla 1/2
  • Aglio 2 spicchi
  • Brodo Di Verdure
  • Rosmarino
  • Alloro
  • Pane Integrale
  • Curry
  • Olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Scaldare il brodo di verdure. Pulire le verdure per il soffritto e tritarle finemente in un robot da cucina.

In un tegame scaldare abbondante olio, aggiungere l’aglio e le verdure tritate, rosolare qualche minuto. Aggiungere le lenticchie, precedentemente ammollate se necessario, e le patate a tocchi. Coprire a filo con il brodo e portare a cottura.

Nel frattempo tagliare il pane a cubetti e tostarlo in un padellino antiaderente con un filo di olio e sale finché dorato e croccante.

Quando le lenticchie sono morbide toglierle dal fuoco e con un frullatore a immersione ridurre il tutto in una crema liscia e omogenea. Aggiustare di sale e aggiungere curry in polvere a piacere. Servire calda con il pane tostato e un filo d’olio.

Ricetta completa Vellutata di lenticchie

14. Arrosto di seitan con crema di funghi

14. Arrosto di seitan con crema di funghi

L’arrosto di seitan con crema di funghi, una ricetta perfetta per le feste e da servire come secondo piatto.

Ingredienti:

  • Farina 600 g, Manitoba
  • Acqua 350 g,
  • Carote 1
  • Alloro
  • Salsa 70 g, shoyu
  • Alghe wakame
  • Funghi 50 g, porcini
  • Carote 2
  • Cipolle 1
  • Olio extravergine d’oliva
  • Brodo vegetale

Preparazione:

In una terrina versate la farina setacciata e aggiungete l’acqua a filo.

Lavorate fino a ottenere un impasto morbido e liscio e continuate a impastare per almeno 10 minuti.

Immergete in acqua fredda per minimo un’ora, ma potete arrivare anche a 8 ore. Lavate poi l’impasto sotto l’acqua corrente, alternando acqua fredda e calda, per eliminare l’amido della farina.

Continuate finché l’acqua non sarà limpida.

Quello che rimarrà alla fine sarà solo il glutine.

Avvolgete il panetto di glutine in un canovaccio pulito e dategli una forma cilindrica, stringendo le estremità e chiudendole con lo spago per alimenti. In una pentola fate bollire l’acqua insaporita con le spezie e le verdure che preferite.

Noi consigliamo l’alloro, l’alga wakame, una carota e una cipolla, il tutto condito con la salsa shoyu. Immergete nell’acqua il panetto avvolto nel canovaccio e cuocetelo per circa 90 minuti.

Per la salsa:
Ammollate i porcini in una terrina con acqua tiepida. Preparate un soffritto con le carote e la cipolla tagliate a dadini: versatele in un tegame con un filo d’olio e fatele appassire. Aggiungete i funghi e, se ce ne fosse bisogno, un filo di brodo.

Avvolgete il seitan in una retina per arrosti e aggiungete rametti di rosmarino e salvia. Ponetelo nel tegame con le verdure e continuate a cuocerlo per almeno 30 minuti, aggiungendo poco alla volta il brodo. Al termine della cottura, frullate le verdure, tagliate l’arrosto a fettine e conditelo con la salsa appena ottenuta.

VINO IN ABBINAMENTO: Franciacorta DOCG Brut Rosé

CONSIGLIO: Potete sminuzzare gli avanzi dell’arrosto e usarli per preparare un ragù.

Ricetta completa Arrosto di seitan con crema di funghi

15. Delizia al cioccolato

15. Delizia al cioccolato

Un buonissimo dolce vegano con cioccolato datteri e pera, veloce da preparare.

IngredientiPer la Frolla

  • Uvetta 25 g
  • Farina 200 g, integrale
  • Cremortartaro 1, cucchiaino
  • Sale 1 pizzico, marino integrale
  • Curcuma 1 pizzico
  • Limone 1 cucchiaino, scorza
  • Olio di girasole 45 ml, bio
  • Succo di mela 80 mo, limpido

Per la farcitura

  • Datteri 40 g, snocciolati
  • Latte 200 ml, di riso
  • Olio di girasole 10 ml, bio
  • Sale 1 pizzico, marino integrale
  • Farina 20 g, semintegrale tipo 1
  • Agar agar 1/2 cucchiaino in polvere
  • Cioccolato 50 g, fondente tritato
  • Pera 1 grossa, dolce con buccia
  • Piastacchi 1 cucchiaio colmo, tostati non salati

Preparazione:

Per la frolla
Metti a bagno l’uvetta in acqua tiepida. Setaccia la farina e mescolala con il Cremortartaro, il sale, la curcuma, la scorza. Unisci l’olio, il succo di mela, l’uvetta, asciugata e leggermente tritata con il coltello. Impasta e fai riposare almeno 30 minuti.

Stendi la frolla su una spianatoia leggermente unta fino allo spessore di 5 mm circa. Sistemala in stampini antiaderenti, rifila i bordi, bucherella la base con una forchetta e inforna a 180 gradi in modalità statico per 25 minuti circa, fino a doratura.

A cottura ultimata togli gli stampi e fai raffreddare le frolle su una griglia con i piedini. Prepara la crema.

Per la Farcia
Frulla finemente a immersione i datteri con un po’ di latte. Incorpora il resto del latte, l’olio, la vaniglia, il sale, la farina, l’agar l’agar; frulla nuovamente per omogeneizzare e metti sul fuoco.

Mescolando porta a bollore e cuoci per 5 minuti circa, poi spegni il fuoco e incorpora il cioccolato. Mescola bene con un cucchiaio fino a renderlo cremoso e lucido.

Taglia la pera a dadini e distribuiscila sulle frolle. Copri con la crema al cioccolato e i pistacchi tritati. Attendi che si raffreddino prima di consumarle.

Queste delizie si conservano in frigo per 2-3 giorni in un recipiente ben chiuso.

Ricetta completa Delizia al cioccolato

16. Carpaccio di zucchine

16. Carpaccio di zucchine

Per i più pigri o per chi ha poco tempo, ecco la ricetta per un carpaccio di zucchine vegano molto veloce da preparare per un Pranzo di natale vegano, 20 idee.
Ingredienti

  • 4 zucchine grandi
  • 1 zucchina piccola
  • 2 pomodori ramati
  • 2 carote
  • Olio extravergine di oliva
  • Succo di limone
  • Sale in fiocchi
  • Pepe nero

Il carpaccio di zucchine vegan è una ricetta velocissima e grazie alla sua versione light è adatto per le diete dimagranti e depurative.
Oltre ad essere buonissimo e davvero sfizioso, il carpaccio di zucchine vegan è adatto per tutte le occasioni in cui avete voglia di un piatto leggero, gustoso e velocissimo da preparare. Grazie alla sua ricetta veloce, il carpaccio di zucchine vegan potrà essere proposto come antipasto, come secondo insieme al tofu grigliato o a una scaloppa di seitan, e ideale anche per il brunch della domenica.
Ecco come preparare il carpaccio di zucchine vegan più gustoso che mai!

Preparazione:
Preparate in una terrina un’emulsione di tre parti di olio extravergine di oliva e una di limone, aggiungete sale in fiocchi, pepe nero macinato fresco e mescolate bene con una frusta.

Affettate le zucchine sottilmente per il verso lungo aiutandovi con una mandolina e, se volete un carpaccio di zucchine più morbido lasciatele marinare con il condimento di olio e limone per un’ora in frigorifero, per un carpaccio di zucchine più croccante basterà lasciare insaporire per 10 minuti.

Nel frattempo tagliate a piccoli cubetti il pomodoro, privato dei suoi semi, le carote e 1 zucchina. Disponete il trito sul carpaccio e condite con altra emulsione. Servite il tutto con pane abbrustolito ben caldo e croccante.

Ricetta completa Carpaccio di zucchine

17. Crocchette vegan

17.Crocchette vegan

Le crocchette vegan possono essere servite sia calde che fredde e sono perfette come aperitivo o come contorno.
Ingredienti

  • 500 gr di patate
  • 150 gr di tofu
  • 100 gr di pane grattugiato
  • Noce moscata
  • 1 porro
  • Sale
  • Pepe
  • Olio di semi di girasole
  • curcuma

Preparazione:

Fate bollire le patate con la buccia in acqua salata fino a quando non saranno morbide. Scolatele, privatele della pelle e passatele allo schiacchiapatate a maglia finissima.

Prendere il tofu sbriciolatelo in una padella con olio Evo, della curcuma e delle spezie a scelta come curry o rosmarino e timo. Aggiungete quindi del porro tagliato a rondelle a rondelle e fate insaporire il tutto per alcuni minuti.

Unite alle patate schiacciate il tofu speziato e una piccolissima spolverata di noce moscata, regolate di sale e di pepe e formate con le mani le crocchette secondo la dimensione e la forma che più vi piace.

Ricoprite le crocchette con il pane grattugiato e friggetele in abbondante olio di semi di girasole bollente. Quando la panatura sarà diventata di un bel colore dorato, mettete le crocchette su carta assorbente per un minuto prima di servirle, in modo che possano rilasciare tutto l’olio in eccesso.

Se preferite crocchette vegan più leggere potrete cuocerle in forno a 180°C per 10-15 minuti.

Per preparare le crocchette vegan uscendo un po’ dagli schemi, potrete divertirvi e sperimentare altre verdure al posto delle patate, come ad esempio spinaci tritati, polpa di melanzane oppure carote. Il procedimento sarà lo stesso, ma otterrete delle crocchette vegan miste da leccarsi i baffi.

Ricetta completa crocchette vegan

18. Pizzoccheri in crema di funghi

18. Pizzoccheri alla crema di funghi

Un primo fatto con la pasta di grano saraceno condita con un cremoso sugo di funghi e panna di soia.

Ingredienti

  • 320 gr. di pizzoccheri
  • 400 gr. di funghi
  • 200 ml. di panna di soia
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • Olio d’oliva extravergine q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione:

Fate cuocere i pizzoccheri per circa 10 minuti in abbondante acqua salata.
Pulite i funghi e tagliateli a fettine. Sbucciate l’aglio, tagliatelo a metà e fatelo rosolare per qualche minuto in una padella con un po’ d’olio. Quando sarà imbiondito, toglietelo e versatevi i funghi. Salate e lasciate cuocere a fuoco medio per circa 20 minuti. Quando i funghi saranno cotti, spegnete il fuoco e tritatene una parte con un mixer. Riponete i funghi tritati insieme agli altri, aggiungete la panna, una spolverata di pepe e fate andare a fuoco basso per circa un minuto. Unitevi i pizzoccheri, un cucchiaio di acqua, un goccio d’olio e fate andare per un altro minuto.

Ricetta completa Pizzoccheri in crema di funghi

19. Polpettone vegano

19. Polpettone vegano

Ecco la ricetta per un polpettone vegano con seitan e tofu, con l’aggiunta di verdure ed aromi per arricchire ancora di più il sapore per unPranzo di natale vegano, 20 idee.

Ingrediente:

  • 100 gr. di piselli
  • 200 gr. di seitan
  • 50 gr. di tofu
  • 100 gr. di mollica di pane integrale
  • 200 gr. di pelati
  • 3 carote
  • 1 patata grossa
  • 1 scalogno
  • 1 gambo di sedano
  • 3-4 cucchiai di farina di ceci
  • Rosmarino q.b.
  • Salvia q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale
  • Pepe

Preparzione:

Tritate lo scalogno, tagliate e cubetti le carote e il sedano e metteteli in una padella con un po’ d’olio, sale, pepe e rosmarino a piacere. Unitevi i piselli e fate andare per qualche minuto a fuoco basso. Fate bollire la patata. Nel frattempo tagliate a cubetti il seitan e il tofu.

Quando le verdure sono pronte, unite tutto e fate passare in un mixer. Mettete il composto ottenuto in una terrina, aggiungete la farina di ceci e la mollica di pane. Amalgamate e create il vostro polpettone. Riponetelo in una teglia con carta da forno, aggiungete un po’ d’olio e qualche foglia di salvia. Fatelo cuocere a 180°C per circa 30-40 minuti. Mentre il polpettone cuoce, preparate un sugo semplicissimo versando i pelati in padella con un po’ di scalogno, qualche cucchiaio d’olio, sale e pepe. Quando il polpettone sarà pronto, tagliatelo a fette e servitele condite col vostro sugo.

Ricetta completa Polpettone vegano

20. Ravioli vegani

20. Ravioli vegani

Ricetta per chi ama preparare la pasta in casa, con il ripieno di asparagi, gherigli di noce, olio, sale e pepe.

Ingredienti:

  • 200 gr. di farina 00
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • Acqua q.b.
  • 150 gr. di punte di asparagi bollite
  • 50 gr. di gherigli di noci
  • 8 foglie di salvia
  • Olio d’oliva extravergine q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione:

Mettete la farina in una terrina e unitevi l’olio di semi e la quantità d’acqua sufficiente a creare un buon impasto.
Lasciate riposare qualche minuto mentre preparate il ripieno. Tagliate le punte d’asparagi a tocchetti e mettetele per qualche minuto in padella con i gherigli di noce, un po’ d’olio, sale e pepe. Quando il tutto si sarà insaporito, fatelo passare in un mixer.

Stendete la pasta con un mattarello e create i vostri ravioli utilizzando, se non avete stampi appositi, un bicchiere a bocca abbastanza larga. Riempite un lato del raviolo, bagnate i bordi con un po’ d’acqua e ripiegatelo a mezzaluna.

Fateli cuocere in abbondante acqua bollente per circa 10 minuti. Nel frattempo fate rosolare le foglie di salvia con l’olio, in modo che questo si insaporisca. Scolate i vostri ravioli, conditeli e serviteli con la salvia.

Ricetta completa Ravioli vegani

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche