Quale olio usare per friggere gli struffoli

Sono un dolce tipico di origine campana, preparato principalmente durante il periodo natalizio, vediamo quale olio usare per friggere gli struffoli.

Gli struffoli napoletani sono delle morbidissime palline fritte e condite con il miele, che rappresentano ormai uno dei piatti di dolce maggiormente conosciuti in Italia ed apprezzati un po’ da chiunque, anche e soprattutto dai bambini.

Essendo un dolce fritto, è molto importante scegliere l’olio adatto per la sua cottura, se si vuole sapere quale olio usare per friggere gli struffoli, questo è l’articolo adatto. Sapori nuovi ha infatti ideato una piccola e veloce guida per scegliere la scelta di questo ingrediente importantissimo.

L’olio da usare per friggere gli struffoli è l’olio di arachidi, questo perché tale olio è ricco di acidi grassi monoinsaturi, al contrario dell’olio di palma o di soia che sono ricchi di quelli polinsaturi che vengono assorbiti molto dai cibi.

Utilizzando l’olio di arachidi, gli struffoli saranno croccanti e manterranno la loro morbidezza interna. Si consiglia poi di utilizzare tanto olio e di immergere gli struffoli solo quando l’olio sarà ben caldo e con una schiumarola. In 3-4 minuti gli struffoli saranno pronti.

E’ bene friggere gli struffoli in abbondante olio perché altrimenti il residuo acquoso evapora prima e di conseguenza l’olio diventa inutilizzabile molto prima. Bisogna poi friggere pochi pezzi alla volta perché immergendo molti alimenti la temperatura dell’olio si abbassa e rischia di andare sotto i 165° minimi, mentre invece per una frittura ideale, la temperatura deve essere compresa tra i 165° ed i 185°.

Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Miglior pane per hamburger

Miglior pomodoro per bruschetta

Contents.media