La vera ricetta delle friselle salentine

Le frise sono un piatto tipico pugliese. Dalla lavorazione lenta, una volta cotte "sponsate" (bagnate) o condite direttamente, in tanti modi diversi, sono buone a qualsiasi ora!

Stampa
Friselle pugliesi

Ricetta delle friselle salentine


12345 (nessun voto)Loading...

  • Tempo di prep.: 30
  • Tempo di cottura: 100
  • Tempo totale: 130
  • Difficoltà: Difficile
  • Dieta: Poco lattosio

Descrizione

Le frise salentine sono un piatto tipico della tradizione pugliese. Ecco come prepararle da sé, a casa e nel proprio forno.
Con pazienza e dedizione, a casa vostra il Salento in tavola!


Porzioni: 10

Ingredienti

Ingredienti per il lievitino

  • Farina 00 50 g
  • Acqua 50 g
  • Lievito di birra fresco 3 g

Ingredienti per 10 friselle

  • Semola 300 g
  • Farina 00 310 g
  • Acqua 330 g
  • Sale fino 10 g

Istruzioni

  1. La prima operazione da svolgere è la preparazione del lievitino.
  2. Versare l’acqua in una ciotola e sciogliere il lievito di birra.
  3. Versare la farina in un altro contenitore, unite il composto di acqua e lievito e amalgamare con una forchetta.
  4. Una volta ottenuto un composto liscio, coprire con pellicola e lasciarlo lievitare a temperatura ambiente per circa 2 ore (o fino al raddoppio del suo volume).
  5. Procedere con l’impasto.
  6. Prendere una ciotola ancora più grande e versarci farina e semola.
  7. Mescolarle bene con una forchetta.
  8. Versare l’acqua un po’ alla volta e impastare a mano.
  9. Al termine dell’acqua, aggiungere il lievitino e continuare a impastare.
  10. Aggiungere il sale e impastare nuovamente il tutto.
  11. Lavorare l’impasto su una spianatoia per circa 10 minuti.
  12. Appena diventa liscio, dargli una forma sferica e trasferirlo in una ciotola capiente.
  13. Coprirlo nuovamente con pellicola  e lasciarlo lievitare nuovamente per 2 ore a temperatura ambiente (o fino al raddoppio del volume).
  14. Riportare il composto sulla spianatoia: lavorarlo leggermente e ricavarne un filone.
  15. Dividerlo in 5 pezzi da 210 grammi l’uno.
  16. Nuovamente, ricavare un filoncino lungo circa 35-40 cm da ogni pezzo e formare una ciambella, chiudendolo a cerchio, premendo leggermente sulle estremità.
  17. Trasferire le ciambelline su una leccarda foderata con carta forno, ponendole a distanza tra loro.
  18. Fare lievitare un’ultima volta, per circa un’ora.
  19. Cuocere in forno statico preriscaldato a 220° per 20 minuti.
  20. Sfornarle e lasciarle intiepidire su una gratella nel ripiano centrale.
  21. Portare la temperatura del forno a 170°.
  22. Una volta tiepide, utilizzare un coltello a sega per tagliare le ciambelline a metà, in senso orizzontale.
  23. Riporre le frise sulla leccarda con la carta forno e cuocerle ancora in forno, per 40 minuti.
  24. Al termine, abbassare la temperatura a 140° e lasciarle altri 40 minuti.
  25. Le frise devono essere belle dorate: se si rivelassero troppo bianche, alzare nuovamente la temperatura per farle asciugare e dorare (circa 10 minuti).
  26. Sfornare e lasciare raffreddare.
  27. Condire a piacimento!

Note

Dopo la preparazione, l’impasto delle frise ha bisogno di cinque ore di lievitazione prima di procedere con la cottura. Altrimenti è possibile procedere la sera prima e lasciar lievitare il composto per circa 8-10 ore in frigo, al posto delle 2 ore a temperatura ambiente.

È possibile sostituire la farina con quella integrale, regolando poi la quantità di acqua, da aggiungere.

Le friselle si possono conservare per 8-10 giorni in un sacchetto di carta in un ambiente asciutto.

Nutrizione

  • Calorie: 262 a porzione

Keywords: Ricetta delle friselle salentine

Scritto da Valentina Bertelli
Tag

Scrivi un commento

1000

Cavolfiore alla Cavour: ricetta piemontese ricca di gusto

Scaloppine al radicchio e taleggio: un secondo sfizioso e saporito

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.