Frico friuliano: la ricetta originale e la storia

Il Frico friulano, un piatto tipico saporito e da gustare non solo nei giorni di festa. Non perderti la ricetta originale del Frico friuliano.

Storia del Frico friuliano

Questa prelibatezza è un piatto dell’eccellenza friulana e, come molte preparazioni, deriva da una storia antica e dall’esigenza di consumare tutto ciò che si aveva a disposizione in casa. Si hanno notizie di questa ricetta già dal XV secolo, e la bontà e la semplicità con cui viene realizzata hanno fatto sì che arrivasse anche nelle tavole di oggi, spesso durante le festività ma presente anche nella dieta quotidiana. Una piccola curiosità: con questo piatto il friulano Luca Manfè ha stravinto nell’edizione del 2013 di Masterchef USA!

Cos’è il Frico

Possiamo definire il Frico un piatto unico visti i suoi ingredienti, che sono patate, formaggio Montasio e cipolle. Un tempo veniva realizzato per utilizzare anche gli ultimi residui di formaggio, se vogliamo essere precisi anche gli scarti, e l’ingegnosità che ha sempre contraddistinto gli angeli del focolare ne hanno fatto una vera prelibatezza.

Naturalmente come tutte le preparazioni tipiche di una regione e con il passare del tempo, si possono trovare diversi modi di fare il Frico, ma fondamentalmente rimane un piatto semplice e composto da pochi ingredienti. Di seguito la ricetta per farlo al modo originale, nulla vieta comunque, una volta sperimentato in cucina, di arricchirlo con altri ingredienti e con la propria fantasia.

Ingredienti

  • 700 grammi Formaggio Montasio
  • 1 kg di patate
  • 1 cipolla (va bene di qualunque colore della buccia)
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale e pepe q.b

Informazioni

Porzioni: 4
Tempo di preparazione: 00:15
Tempo di cottura: 00:25
Tempo totale: 00:40

Preparazione

  1. Per prima cosa si lessano le patate e una volta raffreddate si schiacciano col passa verdure, o con la forchetta.
  2. Far rosolare le patate con la cipolla, come vuole la ricetta originale.
  3. Una volta fatte insaporire patate e cipolle in padella, si unisce il Montasio tagliato a cubetti e, mescolando il tutto, si fa sciogliere fino a quando si diluisce e si amalgama alla purea.
  4. Si livella il tutto, si aggiusta di sale e pepe e si cuoce a fuoco medio per circa 20 minuti o finché non si comincia a vedere una doratura sulla superficie e il formarsi di una crosticina croccante.
  5. A questo punto, come se fosse una frittata, si procede a rigirare in padella la preparazione, aiutandosi con un piatto o un coperchio, e si provvede a rendere croccante anche l'altra parte.
  6. Come detto poco sopra, se si vuole spaziare con la fantasia si possono aggiungere durante la cottura dei pezzetti di salsiccia, oppure delle erbe aromatiche a piacimento, come timo, rosmarino, salvia triturate ma anche zenzero, curcuma, noce moscata o semi di sesamo, in base ai propri gusti.
Il Frico friulano si serve caldo in un bel piatto da portata, accompagnato da polenta. Considerati gli ingredienti di questa preparazione, è consigliabile abbinare un buon vino rosso, come ad esempio un Merlot dei Colli Orientali del Friuli, o un Refoscolo dal peduncolo rosso della zona di Grave, il Tazzelenghe oppure il Pignolo. Questi vini, dal sapore leggermente tannico e dotati della giusta acidità riusciranno a bilanciare perfettamente il dolciastro sprigionato dalle patate e dal formaggio. In questo modo la ricetta del Frico friuliano risulterà ancora più buona! frico friuliano
Scritto da Sabrina Rossi
Contents.media