Pancotto pugliese con Bimby: come prepararlo

Il pancotto è un piatto tipico della cucina contadina. Si definisce povero ma in realtà è tutt’altro che tale, come vedremo. Leggi attentamente questa ricetta per scoprire intanto tutte le curiosità su questo delizioso piatto, e soprattutto per sapere come realizzare un ottimo pancotto pugliese con il Bimby.

Storia del pancotto pugliese

Come dicevamo, il pancotto si definisce tradizionalmente un piatto povero. Questo non ha a che fare né con gli ingredienti né con la resa degli stessi, ma solo al fatto che originariamente, nelle campagne e tra il popolo, si usava utilizzare i famosi piatti di recupero. Chi aveva pochi soldi e lavorava spesso nei campi, conosceva bene due cose: il valore della fatica e quindi la necessità di alimentarsi con pietanze sostanziose, e quanto fosse da evitare lo spreco del cibo. Ecco perché il pancotto ha preso molto piede come piatto di recupero. Ogni regione poi ha la sua ricetta di pancotto, così come la Puglia, che lo chiama ‘pan cutt‘.

Come vedrai gli ingredienti sono semplici, ma il risultato sarà garantito.

Ingredienti

  • 30 grammi di olio extra vergine di oliva
  • prepara uno spicchio d'aglio che avrai sbucciato
  • peperoncino piccante, la quantità decidila tu in base a quanto ami questo sapore
  • 20 grammi di olive nere, quelle classiche vanno benissimo
  • sale q.b.
  • mezza cipolla sbucciata
  • 400 grammi di acqua
  • 150 grammi di cime di rapa
  • 2 patate di quelle piccole
  • rape
  • 130 grammi di pane raffermo
  • aglio q.b.
  • olio q.b.
  • cipolla q.b.
  • peperoncino q.b.

Informazioni

Porzioni: 2
Tempo di preparazione: 00:10
Tempo di cottura: 00:20
Tempo totale: 00:30

Preparazione

  1. Come prima cosa metti nel cestello l'aglio, che farai andare a velocità 7 per 5 secondi.
  2. A questo punto devi aggiungere l'olio, poi il peperoncino e le olive (che naturalmente avrai snocciolato).
  3. Fai andare tutto per 3 minuti a velocità 1 con 100 gradi. Adesso togli il contenuto del cestello e mettilo da parte in una ciotolina.
  4. Adesso dovrai versare nel cestello l'acqua che salerai, poi dovrai aggiungere la verdura, le patate e la cipolla, e dovrai fare andare tutto a velocità 1 per 20 minuti a 100 gradi.
  5. È arrivato il momento di unire il pane, e condire con il contenuto della ciotolina che avevi messo da parte. Fai andare tutto a velocità 1 per 1 munito a 100 gradi. Pronto!
Sapevi che questo pasto caldo era conosciuto già nel Medioevo? Devi sapere infatti che questo piatto tipico della tradizione si dava ai malati e a chi doveva recuperare le forze dopo una malattia o un ferimento in battaglia. Veniva però anche offerto ai mendicanti e ai viandanti che chiedevano cibo, ed in questo i frati francescani si distinguevano per la loro generosità.
Scritto da Sabrina Rossi
Leggi anche
Contents.media