Ricetta degli anolini in brodo: la ricetta originale

Gli anolini in brodo sono un grande classico della cucina emiliana, diffuso in particolar modo in provincia di Parma e Cremona. Si tratta di piccoli ravioli tondi, rifiniti con un elegante bordo seghettato e ripieni con un prelibato mix di carne di manzo stufata, salamino, parmigiano grattugiato e pangrattato. La ricetta tradizionale prevede che siano cotti nel brodo di carne, ma non mancano le squisite varianti con panna o ragù bolognese. Serviteli la Vigilia di Natale come primo piatto: i complimenti non tarderanno ad arrivare!

Ingredienti

  • 400 g di farina 00
  • 2 uova fresche
  • 1,5 di brodo di carne
  • 300 g di polpa di manzo
  • 100 g di salamino
  • 150 g di parmigiano grattugiato
  • 100 g di pangrattato
  • 50 g di passata di pomodoro
  • 80 g di burro
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • q.b. noce moscata
  • q.b. sale e pepe

Informazioni

Porzioni: 4
Tempo di preparazione: 01:00
Tempo di cottura: 02:00
Tempo totale: 03:00

Preparazione

  1. Tagliate a pezzetti piccoli la polpa di manzo e il salamino, sciogliete sul fondo di un ampio tegame il burro e soffriggete per alcuni minuti il trito di carota, sedano e cipolla. Non appena le verdure appaiono ben appassite, unite la carne e lasciatela insaporire a fuoco vivace mescolandola con un cucchiaio.
  2. Sfumate con il vino rosso, lasciatelo evaporare a fuoco medio e unite un po' di acqua calda nella quale avrete stemperato la passata di pomodoro. Insaporite la carne con sale e pepe, coprite il tegame e proseguite la cottura per circa 2 ore a fuoco dolce, ricordandovi di aggiungere acqua o brodo all'occorrenza.
  3. Terminata la cottura della carne potete preparare la classica pasta all'uovo con 400 g di farina 00 e 4 uova e stendere la sfoglia sottile 2 mm con un tirapasta. Se avete dimestichezza e tempo a disposizione potete stenderla a man utilizzando un mattarello.
  4. Tritate la carne con mixer aggiungendo 2 uova, il pangrattato, il parmigiano e noce moscata a piacere. Distribuite l'impasto in piccole porzioni su metà della pasta, a intervalli di 4 cm.
  5. Ripiegate la pasta per coprire il ripieno, tagliate gli anolini con un apposito stampino dal diametro di 2 cm e sigillate bene i bordi intorno alla farcitura. Ora che sono pronti non dovete far altro che cuocerli nel brodo di carne fatto in casa e servirli caldi.
Volete preparare gli anolini in anticipo per poter ottimizzare i tempi il giorno di Natale? Nessun problema, potete congelarli e cuocerli direttamente nel brodo bollente. Per evitare che si attacchino tra loro procedete in questo modo: adagiateli sopra un vassoio l'uno accanto all'altro, riponeteli in freezer e attendete almeno un'ora. Non appena saranno ben congelati potrete conservarli all'interno di pratici sacchetti per alimenti. Anolini in brodo
Scritto da Angelica Mocco
Leggi anche
Contents.media