Zeppole di San Giuseppe con ricotta: ricetta tipica siciliana

Le zeppole di San Giuseppe con ricotta sono una tipica specialità palermitana preparata in occasione della festa del papà e non solo. Figurano nei banconi delle pasticcerie siciliane durante tutta la settimana del Carnevale e spesso sono proposte durante tutto l’anno, al pari dei cannoli e delle cassatine. La base è una soffice frittella di pasta choux, farcita con una golosa crema di ricotta e gocce di cioccolato. Decorate con granella di pistacchi, ciliegie e scorzette di arancia candite, queste deliziose zeppole sono una leccornia per grandi e piccoli. Vi spieghiamo passo dopo passo come prepararle.

Ingredienti

  • 200 g di acqua
  • 160 g di farina 00
  • 500 g di ricotta di pecora
  • 50 g di gocce di cioccolato fondente
  • 150 g di zucchero a velo
  • 50 g di burro morbido
  • q.b. ciliegie candite
  • q.b. scorze di arancia candite
  • q.b. granella di pistacchi
  • q.b. olio di arachidi per friggere
  • un pizzico di sale

Informazioni

Porzioni: 10
Costo: Medio
Tempo di preparazione: 00:30
Tempo di cottura: 00:30
Tempo totale: 01:00
Adatto per diete: Vegetariana

Preparazione

  1. Riponete la ricotta di pecora all'interno di un colino a maglie strette e lasciatela sgocciolare da tutto il siero in eccesso per almeno un'ora, dopodiché amalgamatela insieme allo zucchero a velo e copritela con la pellicola trasparente.
  2. Mentre la crema di ricotta riposa in frigorifero, dedicatevi alla preparazione della pasta choux. Versate l'acqua all'interno di un pentolino, aggiungete un pizzico di sale e il burro morbido tagliato a dadini.
  3. Mescolate affinché il burro si sciolga e attendete che l'acqua inizi a bollire. Togliete la casseruola dal fuoco, versate tutta la farina e amalgamatela rapidamente affinché non si formino grumi.
  4. Rimettete la pasta choux sul fuoco e cuocetela per alcuni minuti continuando a mescolarla, fin quando non inizia a staccarsi dai bordi della casseruola. Travasatela all'interno di una ciotola e lasciatela raffreddare.
  5. Una volta fredda, incorporate una per volta le uova a temperatura ambiente, così da ottenere un composto morbido e perfettamente omogeneo. Per facilitare l'operazione potete aiutarvi con delle fruste elettriche o una planetaria.
  6. Procedete con la frittura delle zeppole, scaldando abbondante olio di arachidi all'interno di una padella dai bordi alti. Non appena raggiunge la temperatura di 170°, versate una generosa quantità di impasta direttamente nell'olio caldo, aiutandovi con un cucchiaino.
  7. Cuocete massimo 3-4 zeppole per volta, lasciatele dorare e riponetele a scolare sopra dei fogli di carta assorbente. Farcitele ancora calde con la crema di ricotta, arricchita con gocce di cioccolato fondente, dopodiché guarnite ciascuna frittella con una ciliegia candita, una scorzetta di arancia e della granella di pistacchi.
Questi dolcetti siciliani si differenziano dalle zeppole con la crema pasticcera non solo per il ripieno, ma anche per la forma del bignè, in quanto non viene creata la classica doppia spirale con la sac à poche. Se non vi piace il gusto intenso della ricotta di pecora, potete sostituirla con la ricotta vaccina, più delicata e amata anche dai bambini. Zeppole di San Giuseppe con ricotta
Scritto da Angelica Mocco
Contents.media