Come salvare cibi (quasi) bruciati

Vi è mai capitato di dimenticare la base di una torta a cuocere in forno troppo a lungo, facendola diventare color nero carbone e dall’inconfondibile sapore di bruciato? Oppure di tostare la frutta secca fino a renderla…più carbonizzata che croccante? Può capitare perfino al migliore cuoco al mondo! E, sfortunatamente, il sapore di bruciato permea come nessun altro riesce a fare.

Sarebbe meglio gettare tutto il cibo nella spazzatura… Niente affatto!

Vi sveliamo un semplice trucco per salvare le vostre deliziose opere culinarie…in rovina!

Il congelatore sarà il vostro nuovo alleato. Quando cibi quali arachidi e altra frutta secca, basi per torte o pangrattato cominciano ad acquisire un profondo colore scuro e un odore che sa di bruciato dopo essere stati letteralmente arrostiti in forno, la soluzione è metterli immediatamente in freezer per bloccarne il processo di cottura all’istante.

Il cibo smetterà così anche di bruciare.

Questo trucco è molto utilizzato nel settore della ristorazione e si può facilmente sfruttare anche a casa. La prossima volta che cuocete al forno o arrostite qualcosa per troppo tempo – non appena sentirete l’odore di bruciato – provate questo suggerimento. Il segreto è tirare fuori il cibo dalla teglia bollente e riporlo in una fredda, per poi metterlo nel freezer il prima possibile.

Il trucco del congelatore funziona con qualsiasi tipo di cibo tostato, frutta secca inclusa, oltre a pangrattato, a basi per torte, biscotti, pane per toast e altri generi alimentari a base di pasta sfoglia da cuocere al forno.

Conservate il prodotto nel freezer finché non si sia raffreddato completamente, dopo di che, continuate senza alcuna bruciatura.

Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

12 modi per usare il bicarbonato di sodio in casa

Migliori ristoranti Michelin 2016 in Abruzzo

Contents.media