Notizie.it logo

Cibi per abbassare la pressione alta: consigli

cibi per abbassare la pressione alta

Cibi per abbassare la pressione alta: cosa mangiare e cosa evitare.

Uno dei parametri più importanti per tenere sotto controllo la nostra salute è quello della pressione arteriosa. Superato un certo limite essa potrebbe compromettere il nostro stato di salute. Infatti, la pressione può raggiungere un massimo di 110-120 mmHg e un minimo di 70-80 mmHg, per essere considerata nella norma.
La pressione alta non è da sotto valutare perché provoca problemi cardiovascolari o cerebrovascolari che possono portare a situazioni invalidanti o addirittura mortali.
Tolti i gravi fattori genetici, ce ne sono diversi altri da non sottovalutare, come l’esercizio fisico, un buono stato emotivo e soprattutto, una sana alimentazione. Tutto questo regola naturalmente lo stato della pressione sanguigna.
In queste breve articolo vederemo quali sono i cibi per abbassare la pressione alta, quelli che tendono a normalizzare o ridurre la pressione sanguigna, anche se con meccanismi diversi.

Cibi per abbassare la pressione alta

Tra gli alimenti utili all’abbassamento della pressione alta troviamo i più famosi aglio e cipolla, che grazie al loro meccanismo di vasodilatazione, sono considerati indispensabili per ridurre l’ipertensione.

aglio e cipolla

Un effetto diuretico è molto utile per espellere tutto il sale (sodio) assunto in eccesso, e ciò che può indurre un meccanismo di questo tipo è l’acqua e i cibi che ne contengono molta, inoltre è utile assumere bevande come tisane diuretiche. Questo meccanismo diventa ancora più efficace se ciò che assumiamo promuove la filtrazione renale, favorita da cibi come:

Passando agli alimenti a basso contenuto di sodio non troveremo alimenti specifici ma ciò che riduce il sodio nelle pietanze sono la cottura e la conservazione. Infatti gli alimenti sotto sale, quindi in salamoia, ne contengono troppo. Come anche i cibi sottolio o sottaceto. Invece contengono poco sodio tutti i cibi freschi e gli alimenti surgelati.

verdura

Gli alimenti che contengono una notevole quantità di potassio e magnesio sono frutta fresca e ortaggi, come le melanzane, i pomodori, l’anguria, i cetrioli, la zucca e le zucchine, il radicchio, la lattuga, le pesche, il melone e le albicocche. E i legumi come ceci, fagioli, fave e lenticchie. Poi, i cereali integrali, tipo orzo, farro o frumento e altri pseudo cereali come la quinoa e l’amaranto.
Invece gli alimenti ad alto contenuto di calcio possono essere latte magro e derivati (non salati), latte di soia, ma anche noci e mandorle.

latte e noci

Cosa evitare

Il tonno in scatola, ad esempio, non è consigliato per chi soffre di pressione alta perché contiene grosse quantità di sale, mentre il tonno fresco o quello congelato che ne contiene decisamente meno.

Oppure, tra tutti i derivati del latte è meglio optare per ricotte e yogurt ed evitare i formaggi stagionati, preferendo invece i formaggi molli.

Tra la carne bisogna preferire quella fresca invece che i salumi, ricchi di sale.
Il sale non dev’essere aggiunto sui cibi durante la cottura o nel piatto, per evitare il sale discrezionale.

formaggi e salumi

Gli alimenti che non hanno molecole stimolanti non sono essenziali per la dieta e infatti, non fanno parte di nessuna categoria di alimenti, però alcuni individui non riescono ad evitarli, per questioni di abitudine.

Un esempio di queste sostane possono essere il caffè, il ginseng, il cacao, gli energy drink, il the, la coca cola o il guaranà. Queste sostanze hanno un effetto stimolante sulla pressione arteriosa che è meglio evitare o ridurre drasticamente, magari optando per il caffè decaffeinato, per la coca cola senza caffeina o il the deteinato.

caffè

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche