Notizie.it logo

Come conservare il pan di spagna

Il pan di spagna è una pasta per creare dolci buonissimi, ma è difficile mantenere la sua consistenza soffice e compatta. Ecco alcuni rimedi efficaci.

Il pan di spagna è una pasta soffice per creare tanti dolci buonissimi. Grazie ad esso si possono preparare torte farcite a proprio gusto e svariati tipi di dolcetti, anche se è delizioso da gustare inzuppato nel latte oppure al naturale.

Consigli per conservare il pan di spagna

Gli ingredienti base per la sua preparazione sono: la farina, lo zucchero, le uova, la vanillina ed il sale, ma c’è chi vi unisce anche la fecola di patate. Il pan di spagna è un dolce amato da molti e utilizzato in mille modi per la sua consistenza spugnosa e morbida. A volte può capitare di dover preparare il pan di spagna alcuni giorni prima, ma di voler conservare la nostra delizia ancora per qualche momento. In questo caso conservarlo in modo corretto permette di gustarlo come fosse appena sfornato. Per mantenere il pan di spagna soffice e compatto, ci sono diverse soluzioni efficaci.

I rimedi più efficaci

Per conservare al meglio il nostro dolce, è necessario evitare che questo venga a contatto con l’aria.

Infatti il pan di spagna prima soffice potrebbe essiccarsi e sgonfiarsi perdendo il suo aspetto corposo e il suo sapore originario.

Il primo rimedio è quello naturale che consiste nel conservare il pan di spagna in un contenitore a chiusura ermetica o anche ben avvolto in un panno pulito, per evitare che l’aria possa seccarlo.

Un’altra soluzione per avere torte soffici e delicate il segreto è bagnarle. Il Pan di Spagna può essere reso più soffice con la bagna, un caramello molto leggero. Innanzitutto bisogna versare acqua con zucchero in un pentolino e mantenere la fiamma alta fino a quando lo zucchero non si è sciolto. In seguito bisogna far raffreddare l’acqua e tagliare il pan di spagna in senso orizzontale. Con una bottiglia di plastica si può versare la bagna facendo attenzione che questa venga assorbita dal pan di spagna. La seconda alternativa è quella di porre la bagna in una ciotola e con un pennello da cucina bagnare così il pan di Spagna.

Se il pan di spagna è farcito, deve essere conservato nel frigorifero, ben avvolto in un canovaccio pulito oppure ricoperto da pellicola trasparente e consumato non oltre 3 – 4 giorni. Se è bagnato con succo o sciroppo, si consiglia di avvolgerlo con una carta in alluminio e stare attenti a consumare il pan di spagna entro 3 giorni.

La soluzione migliore per una conservazione più duratura è congelare il pan di spagna al naturale dopo averlo tagliato a fette. In seguito si consiglia di avvolgerlo con una pellicola trasparente e riporlo nelle apposite bustine da congelatore.

Grazie a questi semplici ed utili accorgimenti, il pan di spagna sarà sempre fresco e soffice, pronto per preparare dolci e dolcetti.

© Riproduzione riservata
Leggi anche