Ricetta originale dello gnocco fritto modenese: tutti i consigli

Vi abbiamo già spiegato come preparare in modo facile e veloce i tipici gnocchi fritti modenesi, evitando i lunghi tempi di lievitazione, ma diciamocelo, ma ricetta autentica è decisamente più buona. Dorati, croccanti e fragranti: gli gnocchi modenesi sono dei ritagli di pasta fritti in olio caldo, spesso serviti come antipasto o aperitivo con salumi e formaggi tradizionali. Niente di più semplice e di più buono allo stesso tempo, e non a caso questa specialità è famosa in tutta Italia, non solo nella sua terra di origine. Prepararli richiede almeno tre orette a disposizione, ma volete mettere la soddisfazione di poter servire ai vostri amici un ottimo finger food fatto in casa? Ecco la ricetta originale dello gnocco fritto modenese!

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 200 ml di acqua
  • 70 g di strutto
  • 8 g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiaini di sale fino
  • q.b. olio di arachidi

Informazioni

Porzioni: 8
Costo: Basso
Tempo di preparazione: 03:30
Tempo di cottura: 00:15
Tempo totale: 03:45

Preparazione

  1. Preparate il lievitino sciogliendo in 60 g di acqua tiepida il lievito di birra e un cucchiaino di zucchero. Aggiungete anche 60 g di di farina setacciata e mescolate il tutto fino a ottenere un composto morbido.
  2. Coprite la ciotola con la pellicola trasparente e lasciate lievitare l'impasto per circa un'ora, preferibilmente all'interno nel forno spento e con la luce accesa, oppure accanto a una fonte di calore, affinché la temperatura raggiunga i 28°.
  3. Trascorso il tempo indicato, incorporate gradualmente la restante acqua, la farina e il sale. Impastate per rendere l'impasto omogeneo e aggiungete anche lo strutto morbido. Proseguite a lavorare il tutto fino a ottenere un panetto tondo e liscio.
  4. Riponete l'impasto all'interno di una ciotola capiente, copritelo con la pellicola per alimenti e lasciatelo lievitare nuovamente, sempre a 28°, per altre 2 ore. Anche in questo caso deve raddoppiare il suo volume.
  5. A questo punto non vi resta che preparare gli gnocchi modenesi: stendete la sfoglia sottile 3 mm con un mattarello, suddividetela in strisce e da esse ricavate tanti segmenti dalla forma romboidale.
  6. Scaldate abbondante olio di arachidi all'interno di un wok e verificate che la temperatura raggiunga i 175°. Friggete 2-3 gnocchi per volta e attendete che risultino gonfi e dorati prima di scolarli.
  7. Lasciateli sgocciolare dall'olio in eccesso sopra dei fogli di carta paglia e serviteli caldi o tiepidi come antipasto o durante un aperitivo, con i salumi e formaggi che più vi piacciono.
Lo gnocco fritto modenese non si nega a nessuno! Se siete vegetariani o vegani, vi basterà sostituire lo strutto nell'impasto con una quantità pari di olio extravergine d'oliva. È anche possibile prepararli senza glutine, ma occorre utilizzare una miscela di farine appositamente formulata per lievitati e addizionata con addensanti ad hoc, come la gomma di guar. Gli impasti privi di glutine, infatti, sono estremamente fragili e tendono a sbriciolarsi con facilità, specialmente se la sfoglia da realizzare è molto sottile. Vi consigliamo di aiutarvi con due fogli di carta da forno per stendere l'impasto, per rendere l'operazione più semplice ed evitare che la pasta di disfi. Se è necessario, potete aggiungere 2-3 cucchiai di acqua in più. gnocco fritto ricetta originale
Scritto da Angelica Mocco
Contents.media