Risotto alla monzese: ricetta originale, come si prepara

La ricetta originale del risotto alla monzese: si tratta di un piatto delizioso che ha come protagonista indiscussa la salsiccia o luganega di Monza. La nascita di questa prelibatezza viene attribuita a una leggenda.

Il risotto alla monzese: la storia

Questo delizioso piatto annovera tradizioni antiche e può vantare anche una leggenda strettamente legata al suo inconfondibile e gustosissimo sapore. Si racconta che la malefica strega Giuliana, che si aggirava tra i boschi della Brianza in cerca di bambini di cui era ghiotta, fu attratta da un pentolone. Questo conteneva riso e salsiccia, rigorosamente luganega di Monza, preparato appositamente da una donna. Madre disperata, il suo intento era quello di distrarre la strega per salvare finalmente i piccoli abitanti dei villaggi. Tanto era buono il risotto nel grandissimo pentolone che Giuliana continuò a mangiare, non accorgendosi dei raggi del sole nascente. Questi la colsero fuori dal bosco e colpendola in pieno, la uccisero.

L’evento viene ricordato ancora oggi in tutti i paesi della Brianza. Durante il mese di gennaio vengono organizzate feste e sagre. Insieme si festeggia la liberazione dei boschi con grandi roghi e grosse mangiate di risotto con salsiccia luganega.

Il risotto alla monzese: la ricetta originale

Passiamo ora alla preparazione del risotto alla monzese. La ricetta è quella originale.

Risotto alla monzese ricetta originale

Ingredienti

  • 400 gr di riso carnaroli
  • 1 cipollina bianca
  • 1 bicchiere di vino bianco secco temperatura ambiente
  • 350 gr di salsiccia luganega di Monza
  • 1 lt di brodo di carne
  • 100 gr di parmigiano
  • 1 bustina di zafferano
  • sale fino q.b

Informazioni

Porzioni: 4

Preparazione

  1. A meno che non decidiate di compare il brodo di carne già pronto, la prima cosa da fare sarà quella di prepararlo, servirà per le fasi successive di cottura del riso.
  2. In una padella molto capiente e antiaderente, versate l'olio extra vergine di oliva e inseritevi la cipolla bianca affettata finemente
  3. Fate rosolare il tutto a fuoco medio, facendo attenzione che la cipolla non si bruci
  4. Una volta che la cipolla è ben dorata, aggiungete tre quarti della salsiccia, dovrà cuocere finché il suo colore non diventerà brunito
  5. Attenzione sempre a non bruciare né salsiccia né cipolla, si rischierà di falsare il sapore del risotto
  6. A questo punto si dovrà aggiungere il riso girandolo nella padella in modo che l'amido che in esso è contenuto venga rilasciato nella padella grazie al calore della cottura
  7. Appena inizia a croccare, aggiungete il vino e fatelo sfumare
  8. A sfumatura terminata, dopo due minuti, continuate la cottura aggiungendo man mano il brodo di carne che avete mantenuto in caldo
  9. Mettete a cuocere in un tegame il quarto di salsiccia luganega di Monza rimasta, con un poco di vino bianco e un pizzico di sale per pochi minuti
  10. Lasciate poi il tegame coperto in modo che la salsiccia generi il suo sughetto
  11. Finita la cottura del riso, aggiungete lo zafferano e mescolate bene in modo che il colore giallo dorato sia uniforme
  12. Terminate la mantecatura in padella unendo il parmigiano
È tradizione servire il risotto a tavola in un piatto tondo, facendo un bel foro al centro del risotto. Servirà per collocarci la salsiccia che si è cotta separatamente insieme al suo sughetto. In alcune varianti della preparazione, viene utilizzata una noce di burro per amalgamare il riso durante la cottura. Dipende dai gusti del singolo.

Qualche consiglio

Prima di tagliare in piccoli pezzi la cipolla, mettetela in una tazza con acqua fredda per almeno venti minuti. Ci permetterà di non versare tante lacrime. Se gradite sgrassare la salsiccia, potete spellarla e lessarla per qualche minuto prima di rosolarla in padella. Alcune varianti del risotto prevedono la cottura della luganega con il vino rosso. Buon appetito!
Scritto da Sabrina Rossi
Leggi anche
Contents.media