Testaroli al pesto: ricetta originale

I testaroli al pesto sono una ricetta originale che risale addirittura al periodo dell’Antica Roma. La Lunigiana è una regione storica italiana, che comprende tre regioni: Emilia Romagna, Liguria e Toscana. Trae il proprio nome dall’antica città romana di Luna, situata alla foce del fiume Magra.

Sono numerose le usanze di questa zona, soprattutto dal punto di vista culinario. Senza dubbio, il piatto tipico più conosciuto e diffuso ora in tutta Italia sono proprio i testaroli, un antico piatto di pasta.

Ingredienti

  • Per i testaroli: 200 gr di farina 0
  • 200 gr di farina a grano duro
  • un litro d'acqua
  • sale
  • Per il pesto: 30 gr di pinoli
  • 50 gr di foglie di basilico
  • 40 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • sale
  • olio extravergine d'oliva
  • uno spicchio d'aglio

Informazioni

Costo: Medio
Tempo di preparazione: 00:30
Tempo di cottura: 00:20
Tempo totale: 00:50

Preparazione

  1. Prendere un recipiente e versare gradualmente la farina a grano duro e quella tipo 0. Aggiungere poi man mano acqua tiepida e un po' di sale.
  2. E' importante girare bene l'impasto, preferibilmente con un cucchiaio di legno. Infine, lasciare riposare l'impasto creato, per almeno dieci minuti.
  3. Dopo questo lasso di tempo, si deve prendere una padella antiaderente, scaldarla e versare man mano la pastella ottenuta, disponendola in uno strato molto sottile.
  4. Dopo circa cinque minuti, girarla dall'altro lato e lasciarla cuocere per un altro minuto. Bisogna fare così con tutto l'impasto.
  5. Infine, dopo aver fatto questo procedimento, prendere i testaroli e tagliarli a losanghe di circa 3 centimetri. Il tutto si conclude con l'immersione in una pentola con acqua calda salta per circa tre minuti, e poi scolarli.
  6. Per quanto riguarda il pesto, è necessario lavare le foglie di basilico. In un mortaio, aggiungere un po' di sale grosso, l'aglio sbucciato, il basilico lavato ed infine i pinoli.
  7. Iniziare a pestare in modo energetico e compatto. Aggiungere infine il formaggio grattugiato, pestare ancora e diluire il tutto con una piccola quantità di olio extravergine d'oliva.
  8. Avremo così ottenuto un ottimo pesto fai da te, senza comprare quelli confezionati nei supermercati che, seppur buoni, non hanno lo stesso gusto e le stesse proprietà nutritive.
  9. Non rimane dunque che mettere in un piatto i nostri testaroli, aggiungere il pesto e condirli, ed aggiungere anche qualche foglia di basilico come decorazione.
  10. Otterremo un piatto squisito, molto gustoso ed elegante, e ricco di macronutrienti e micronutrienti per il nostro organismo.
  11. Otterremo un piatto squisito, molto gustoso ed elegante, e ricco di macronutrienti e micronutrienti per il nostro organismo.

Testaroli al presto ricetta originale: consigli

Questa tipologia di pasta è praticamente cucinata in qualsiasi regione italiana ed anche all'estero, visto la comodità di preparazione (si utilizzano dei recipienti di ghisa chiamati testi), e la loro bontà, ricchi di gusto e ben nutrienti. Molto diffusi sono i testaroli al pesto, un condimento perfetto per questa pastasciutta, anche se è possibile utilizzare come variante il pesto leggero alla pontremolese o un filo d'olio. Questa antica pastasciutta si può mangiare anche con il pesto leggero alla pontremolese o semplicemente con un po' di olio extravergine d'oliva. Il procedimento da fare è praticamente il medesimo, cambia solo il condimento. Consigliamo, infine, di bere del buon vino rosso, che si adatta particolarmente a questa portata. testaroli al pesto ricetta originale
Scritto da Sabrina Rossi
Leggi anche
Contents.media