Zabaione con vino rosso: come prepararlo

Lo zabaione con vino rosso è una crema deliziosa e golosa perfetta da consumarsi come dessert al cucchiaio accompagnata da biscottini o per farcire torte o piccola pasticceria.

Zabaione con vino rosso: origini

Zabaione, Zabajone o Zabaglione, è una crema ideata almeno un paio di secoli fa, forse anche prima, che è divenuta ufficialmente riconosciuta verso la fine del 1800 quando in Italia furono realizzati i noti vini liquorosi, come il Vov e lo Zabov. Naturalmente come per tutte le ricette arrivate fino ai giorni nostri, esistono miti e leggende e soprattutto dichiarazioni di proprietà che arrivano da tutto il mondo.

Qualcuno sostiene che ad inventarla fu un condottiero perugino già nel 1470, mentre una tradizione torinese narra che la crema fu introdotta in Italia tra il 1500 e il 1600 e il suo nome deriverebbe dal San Baylon, divenuto poi Sanbayon, simile al suono dell’odierna parola Zabaione; altre teorie collocano la nascita della crema a Venezia, che in origine si sarebbe chiamata Zabaja.

Ovunque sia nata, sappiamo comunque che è un ottimo alimento, goloso ma anche nutriente e che forniva di energie chi in passato lavorava la terra tutto il giorno e ad oggi molti sportivi utilizzano questa preparazione nelle loro diete.

Per realizzarla si utilizzano tuorli d’uovo, zucchero e vini liquorosi, tipo il marsala. La preparazione non è molto difficoltosa ma i risultati permettono di assaporare una crema altamente saporita, utilizzata sia nelle ricette casalinghe che dai grandi chef.

Ingredienti

  • 3 tuorli
  • 1 uovo intero
  • 120 grammi di zucchero semolato
  • 1 baccello di vaniglia
  • 2 bicchieri di vino rosso, per esempio un pregiato piemontese o un rosso toscano

Informazioni

Tempo di preparazione: 00:10
Tempo di cottura: 00:10
Tempo totale: 00:20

Preparazione

  1. Per prima cosa si sbattono con la frusta i tuorli e l'uovo intero insieme ai semi della bacca di vaniglia, fino ad ottenere una spuma morbida e chiara.
  2. il composto così ottenuto va cotto poi a bagnomaria per qualche minuto, sempre continuando a mescolare con la frusta e aggiungendo pian piano il vino rosso.
  3. In una manciata di minuti si può togliere dal fuoco e la crema è pronta. Avrà l'aspetto di una crema simile a quella pasticcera ma meno liquida di quella inglese.
Le proprietà nutritive di questa preparazione sono molteplici e la rendono adatta ai ragazzi in via di sviluppo e a chi necessita di riprendere energie. lo zabaione è molto calorico ed è composto per la maggior parte da glucidi, seguiti dalla presenza di alcool e da un'ottima percentuale di proteine; vi sono poi i carboidrati derivanti dallo zucchero (saccarosio), i peptidi e acidi grassi di tipo insaturo (monoinsaturi). La crema è talmente buona e saporita che si può gustare tranquillamente a cucchiaio accompagnata da biscottini secchi, lingue di gatto oppure amaretti, ma anche frutti di bosco e mix di frutta secca. Si possono preparare dei squisiti semifreddi mettendo la crema di zabaione in frigo per un giorno intero, per poi guarnirli con glassa al cioccolato e amaretti sbriciolati, oppure creare dei cubetti di pan di spagna farciti con la crema allo zabaione e ricoperti di cioccolato bianco. In alternativa, più semplicemente accompagnare nel periodo natalizio pandori e panettoni con questa squisita crema. semifreddo allo zabaione
Scritto da Redazione Online
Contents.media