Ricetta della pizzonta abruzzese: come si prepara?

La pizzonta abruzzese è una ricetta semplicissima. Piatto tipico della tradizione abruzzese, la pizzonta (o pizza fritta o pizza unta) è la ricetta abruzzese ideale per un antipasto, come finger food per le festicciole ma anche come cena.

Il suo nome deriva da pizz’onta, pizza unta, ed è la classica pizzetta da strada da gustare in compagnia. ma soprattutto da gustare con le mani. Fare una buona pizzonta è semplicissimo e necessita di pochissimi passaggi.

La pizzonta è presente nello street food abruzzese, ed è preparata al momento, sul luogo dell’evento, dall’impasto alla cottura. In Abruzzo comunque si trova oramai facilmente anche nei ristoranti, nelle trattorie, negli agriturismi.

Ingredienti

  • 500 gr farina
  • 250 ml di acqua
  • 10 gr di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di sale

Informazioni

Costo: Medio
Tempo di preparazione: 00:30
Tempo di cottura: 00:30
Tempo totale: 01:00

Preparazione

  1. Sciogliete il lievito in un pò di acqua tiepida, aggiungete la farina a pioggia, un pò per volta, e per ultima cosa, il sale.
  2. Amalgamate e lavorate il composto con le mani, e accertatevi che non sia appiccicoso, se lo fosse, vi basterà aggiungere un po' di farina.
  3. Formate una palla e ponetela a lievitare in un contenitore, coperto da pellicola trasparente, fino a che il composto non sarà diventato almeno il doppio e sarà lievitato bene (di solito sono necessarie un paio di ore).
  4. Quando la vostra "palla" sarà pronta, formate tante palline della grandezza da voi preferita, e successivamente stendetele.
  5. Nel frattempo avrete già scaldato l'olio in una padella, a questo punto potete iniziare a friggere le vostre pizzette. A cottura ultimata, riponetele a scolare sulla carta da cucina, pochi minuti e saranno pronte da gustare!
  6. Puo' essere servita con prosciutto nostrano, oppure con i fichi con tutta la buccia, con un gustoso pecorino, ottima anche con la salsa di pomodoro, provolone e mozzarella, oppure con i peperoni arrosto, o anche con cacio e uova.
  7. Essendo un piatto semplice potete veramente dare sfogo alla vostra creatività con la pizzonta e farcirla come meglio preferite (verdure grigliate, quali zucchine, melanzane o peperoni, verdure sott'olio, pomodori e origano).
  8. Magari per i più piccoli, potete anche preparare quelle dolci e, anche in questo caso, usate tutta la vostra fantasia con crema di cioccolato o varie confetture oppure il miele.

Ricetta pizzonta abruzzese: storia

Facciamo una breve divagazione storica su questo piatto semplice e dai sapori antichi di una volta. Come tantissime ricette della tradizione italiana, quella della pizzonta è una ricetta di famiglia che, sicuramente, troverete in ogni sagra di paese abruzzese, servita in due versioni: salata (quindi semplicemente con il sale sopra) oppure dolce (ovviamente con lo zucchero oppure con la cannella). Insomma è un cibo povero, che ha le caratteristiche della cucina dei nostri nonni, dove non si buttava nulla, e qualunque cosa poteva essere riutilizzata e riciclata. Molto facile era che venisse preparata insieme alla preparazione di pizza o pane, dal cui impasto venivano ricavate delle palline che poi venivano stese e fritte in enormi pentoloni. Si racconta che, in passato, la pizzonta dovesse sfamare i viaggiatori ( o i lavoratori). Per questo motivo, veniva preparata in versioni molto grandi ed era spesso accompagnata da formaggi e salumi locali, e anche da un altro piatto tipico della tradizione culinaria abruzzese: gli arrosticini! ricetta pizzonta abruzzese
Scritto da Sabrina Rossi
Contents.media