Testaroli al sugo di noci: ricetta e curiosità

Una vera e propria delizia per il palato: ecco come possiamo definire i testaroli al sugo di noci. Un particolare tipo di pasta che può essere considerato il primo tipo di alimento di questo genere. Conosciuto già all’epoca degli antichi romani.

La preparazione di questo primo piatto è davvero molto particolare e si può accompagnare a diverse salse e condimenti, come, ad esempio, il pesto della riviera ligure.

Ingredienti

  • Per la pasta: 500 grammi di farina mista
  • 750 ml di acqua fredda
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • Per il sugo di noci: 100 grammi di gherigli di noci
  • 30 grammi di pinoli
  • 80 ml di latte di mandorla
  • origano e prezzemolo tritato
  • noce moscata
  • sale e pepe
  • olio extravergine di oliva

Informazioni

Porzioni: 4
Costo: Medio
Tempo di preparazione: 00:45
Tempo di cottura: 00:30
Tempo totale: 01:15

Preparazione

  1. La preparazione dei testaroli è molto semplice e prevede che siano miscelati insieme la farina, l'acqua, il sale e un filo d'olio fino ad ottenere una pastella liquida che dovrà essere fatta riposare per circa 30 minuti.
  2. Nel frattempo prendiamo una padella antiaderente e mettiamola a riscaldare sul fuoco. Con la pastella ottenuta andremo a cuocere una sorta di crepe dello spessore di circa 3 millimetri. Bisogna farla dorare su entrambi i lati e poi tagliarla a losanghe.
  3. Nel frattempo dedichiamoci alla preparazione della salsa di noci che non richiede particolari difficoltà.
  4. In un pentolino prepariamo l'olio all'essenza di aglio mettendo l'olio extravergine di oliva con uno spicchio d'aglio. Non appena inizierà a soffriggere, spegniamo e lasciamo in infusione per circa 20 minuti.
  5. Parallelamente, in un mixer mettiamo le noci i pinoli e un po' di origano frullando il tutto per poco più di un minuto. Poi, aggiungere successivamente il latte di mandorla, l'olio, il sale e il pepe.
  6. Frulliamo nuovamente il tutto, fino a quando il composto non apparirà omogeneo e sotto forma di una crema consistente.
  7. Possiamo ora dedicarci all'ulteriore cottura dei testaroli che, tagliati a losanghe, dovranno essere posti in una pentola con acqua salata e lessati per circa 2 minuti.
  8. Possiamo quindi scolarli e saltarli direttamente in padella con la crema di noci ottenuta in precedenza, aggiungendo parte dell'acqua di cottura in modo da mantecare per bene la pasta.
  9. Servire in piatto i testaroli ancora caldi, sui quali sarà possibile aggiungere una piccola spolverata di origano e di gherigli di noci.

Testaroli al sugo di noci: curiosità

Acqua, farina e sale. La semplicità di questa pasta è inversamente proporzionale al gusto che è davvero unico. Frutto anche di una cottura che avviene sul testo, un antico recipiente di terracotta con coperchio, cui segue poi il taglio in losanghe e una lessatura in acqua salata. Rappresentano una delle preparazioni tipiche di molte regioni dell'Italia Centrale, la cui tradizione si perde in epoche antiche. La realizzazione classica avviene con farine di tipo misto, anche se negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede l'uso di farine di grano saraceno o che prevedono l'uso di semola di grano duro. testaroli al sugo di noci
Scritto da Sabrina Rossi
Leggi anche
Contents.media