Treccia mochena: ricetta originale trentina

La treccia mochena è un dolce lievitato tipico del Trentino Alto Adige, più precisamente delle Valli dei Mocheni, da cui appunto deriva il suo nome. La ricetta originale viene realizzata con pasta sfoglia e farcita con marmellata di mirtilli più crema pasticcera, mentre il suo aspetto ricorda tantissimo quello dello strudel.
Grazie alla presenza della marmellata di mirtilli, questa preparazione ha un sapore non eccessivamente stucchevole e può essere servita sia a colazione, sia a merenda.
Per prepararla occorre armarsi di una buona dose di pazienza, ma la sua irresistibile bontà ripagherà ogni singolo sforzo, provare per credere.

Ingredienti

  • 250 grammi di farina tipo 00
  • 30 grammi di zucchero bianco semolato
  • 100 grammi di latte tiepido
  • 8 grammi di lievito di birra fresco
  • un uovo
  • 30 grammi di burro
  • Per la crema pasticciera: 160 grammi di latte intero
  • tre tuorli d'uovo
  • qualche goccia di estratto di vaniglia
  • 45 grammi di zucchero
  • 20 grammi di amido di mais o farina tipo 00
  • Altri ingredienti: 200 grammi di marmellata di mirtilli neri
  • un tuorlo d'uovo
  • due cucchiai di zucchero
  • zucchero a velo q.b.

Informazioni

Tempo di preparazione: 03.00
Tempo di cottura: 00.30
Tempo totale: 03.30

Preparazione

  1. Sciogliere il lievito di birra sbriciolato in 50 grammi di latte tiepido.
  2. Unire un cucchiaino di zucchero più 50 grammi di farina e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo, coprire e far lievitare per circa mezz'ora nel forno spento con la luce accesa.
  3. Unire al lievitino tutti gli altri ingredienti per la sfoglia e lavorarli fino ad ottenere un impasto dalla consistenza liscia ed elastica.
  4. Farlo lievitare ancora per un'ora e mezza, sempre nel forno spento.
  5. Nel frattempo dedicarsi alla preparazione della crema pasticciera: scaldare dunque il latte con la vaniglia fino a farlo sobbollire.
  6. Lavorare con una frusta a mano i tuorli con lo zucchero e unire la maizena setacciata per evitare la formazione di grumi.
  7. Unire il latte caldo a filo, avendo cura di mescolare continuamente e riportare sul fuoco. Sempre mescolando e mantenendo la fiamma bassa, far addensare la crema e toglierla dal fuoco. Farla raffreddare a temperatura ambiente.
  8. Una volta terminata la lievitazione della sfoglia, stendere con il matterello per creare un rettangolo dallo spessore di mezzo centimetro. Le dimensioni sono di circa 30x45 centimetri.
  9. Con un coltellino affilato formare un altro rettangolo al centro dell'impasto, mentre ai lati dei tagli a forma di lisca di pesce.
  10. Al centro del rettangolo disegnato con il coltello versare la crema pasticcera ormai raffreddata e la confettura di mirtilli in senso verticale.
  11. Richiudere i lati intrecciando i lembi di pasta a spina di pesce. Far lievitare il dolce in forno spento per un'altra ora.
  12. Preriscaldare il forno a 170° e far cuocere la treccia mochena per circa 25 minuti.
  13. Aprire il forno e spennellare la torta con il tuorlo d'uovo sbattuto insieme allo zucchero e far proseguire la cottura per altri cinque minuti.
  14. Sfornare, spolverizzare con dello zucchero a velo e servire.

Treccia mochena: conservazione

La treccia mochena è buonissima sia calda che fredda e se ben conservata si mantiene morbida per due-tre giorni. Per ottenere questo risultato, si consiglia di utilizzare un contenitore a chiusura ermetica o un sacchetto per alimenti ben sigillato. Può anche essere congelata una volta terminata la cottura e fatta raffreddare a temperatura ambiente.

Treccia mochena: consigli

La treccia mochena è buonissima sia mangiata così com'è, sia accompagnata da una piccola porzione di crema pasticciera, frutti rossi oppure panna montata. Per ottenere un dolce eccellente, si consiglia di rispettare i tempi di lievitazione e di preparare in casa la crema pasticciera. treccia mochena
Scritto da Sabrina Rossi
Contents.media