Acciuleddi sardi: ricetta e storia del dessert

Gli Acciuleddi Sardi sono un dolce tipico delle Sardegna (Gallura), realizzati soprattutto nel periodo di Carnevale ma possono essere preparati in tantissime altre occasioni. Per quanto riguarda la storia di questi fantastici dolcetti, non si hanno molte informazioni, si sa solo che venivano preparati dalle massaie della Gallura, zona Nord-Orientale della Sardegna e venivano poi distribuiti a tutti i passanti durante il Carnevale.

acciuleddi sardi

Ingredienti

  • 500 grammi di farina tipo 00
  • 100 grammi di strutto
  • 3 uova
  • acqua q.b
  • 100 grammi di zucchero
  • olio di semi di girasole
  • 1 bustina di vanillina
  • miele
  • codette (per la decorazione) o palline colorate
  • 250/300 grammi di miele
  • scorza di un'arancia

Informazioni

Preparazione

  1. Come prima cosa, all'interno di un pentolino mettete lo strutto e fatelo sciogliere, facendo sempre attenzione a non alzare troppo la temperatura.
  2. Su una spianatoia disponete la farina a fontana e, al centro, mettete l'uovo, lo zucchero e lo strutto sciolto.
  3. Cominciate a impastare con molta pazienza fino a ottenere un impastato consistente, liscio e morbido. Potete aggiungere altri liquidi nel caso in cui l'impasto risultasse troppo secco. In questo caso potete aggiungere del latte
  4. Dopo aver fatto l'impasto copritelo o con una tovaglietta o anche con un po' di pellicola e lasciatelo riposare per circa un'ora. Una volta trascorso il tempo di riposo potete iniziare a preparare gli Acciuleddi.
  5. Per creare questo fantastici dolcetti Sardi bisogna realizzare dei piccoli cordoncini della misura di circa 20 centimetri. Successivamente bisogna ripiegare in due le treccioline e unire le estremità.
  6. Stenderli sul piano di lavoro e con l'aiuto di una mano bisogna tener fermo l'estremità mentre con l'altra mano far scorrere il cordoncino in modo tale da farlo girare su stesso. Continuate in questo modo fino a crearne circa 30.
  7. Dopo aver creato i vostri Acciuleddi, mettete l'olio di girasole o l'olio di arachidi in una padella alla temperatura di 170 gradi. Bisogna ricordare che l'olio non deve essere troppo bollente, poiché essendo troppo caldo non si riesce a cuocere bene la parte interna del dolcetto.
  8. Immergeteli dentro l'olio controllandoli di tanto in tanto fino ad ottenere una bella doratura. Scolateli con l'aiuto della carta per fritti e nel frattempo iniziate a preparare la glassa.
  9. Pelare l'arancia con l'aiuto di un pelapatate così da togliere solo la buccia realizzando delle piccole striscioline.
  10. In una padella abbastanza larga bisogna adagiare le striscioline d'arancia e il miele e far bollire il tutto.
  11. Da questo momento iniziate ad aggiungere in padella i vostri Acciuleddi, rigirandoli delicatamente, fino a che il miele non verrà completamente assorbito.
  12. Decorateli utilizzando o delle palline colorate oppure della scorsa di limone o di arancia. Potete servirli caldi e anche freddi.

Acciuleddi: storia

Il Carnevale, in tutta le zone della Sardegna è una delle feste particolarmente sentite, caratterizzata dalle antiche tradizioni di un tempo e dalla creazioni di fantastici dolcetti. Tra i dolcetti più noti ricordiamo gli Acciuleddi, che consistono in degli intrecci di pasta che poi vengono fritti in mezzo a dell'olio bollente e poi ripassati in mezzo al miele. Ma andiamo con ordine e vediamo nel dettaglio quali sono gli ingredienti da utilizzare e il procedimento.

Acciuleddi: varianti e consigli

All'interno dell'impasto invece di utilizzare solo 100 grammi di strutto, potete usare sia 50 grammi di strutto sia 50 grammi di burro. Per degustare questi fantastici dolcetti Sardi potete utilizzare come vino il Torbato. Grazie al suo gusto intenso, ricco e nello stesso tempo delicato riesce a dare ai vostri Acciuleddi un gusto in più. acciuleddi  
Entire Digital Publishing - Learn to read again.