Frappe di Carnevale emiliane: la ricetta tradizionale

Le frappe emiliane sono tra i dolci di Carnevale più diffusi e amati da grandi e piccoli. Friabili, fragranti e gustose: si sciolgono in bocca al primo assaggio e sono ancor più buone se accompagnate con una golosa crema, come il tradizionale sanguinaccio napoletano. In Emilia Romagna sono conosciute come frappe, ma in tutta la Penisola si contano decine di altri nomi, tra cui chiacchiere, bugie e cenci. Le ricetta sono spesso simili tra loro: c’è chi usa il burro, chi lo strutto e chi preferisce l’olio extravergine d’oliva; alcune varianti non prevedono l’aggiunta di alcolici, ma una piccola aggiunta di vino o liquore è sempre consigliata per dare all’impasto un profumo più ricco e una maggiore friabilità. In questa ricetta vi forniamo tutte le indicazioni necessarie per preparare delle ottime frappe di Carnevale emiliane.

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 50 g di zucchero
  • 50 g di burro
  • 30 ml di vino bianco
  • 3 uova + 1 tuorlo
  • 1 bustina di vanillina
  • un pizzico di sale
  • q.b. olio di arachidi
  • q.b. zucchero a velo

Informazioni

Porzioni: 8
Costo: Basso
Tempo di preparazione: 00:30
Tempo di cottura: 00:10
Tempo totale: 00:40
Adatto per diete: Vegetariana

Preparazione

  1. Per preparare delle ottime frappe vi consigliamo di utilizzare un'impastatrice o della fruste elettriche. Setacciate la farina 00 all'interno della boule e aggiungete sia la vanillina che un pizzico di sale.
  2. Incorporate lo zucchero, il burro fuso, le uova leggermente sbattute e il vino bianco. Lavorate tutti gli ingredienti per alcuni minuti, fino a ottenere un impasto morbido e omogeneo.
  3. Formate un panetto, avvolgetelo con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per 30 minuti. Trascorso il tempo indicato, suddividete l'impasto in piccole porzioni e tirate la pasta con una sfogliatrice elettrica o a manovella.
  4. Tagliate con una rondella dentellata delle striscioline rettangolari e praticate due tagli centrali. Scaldate l'olio di arachidi a una temperatura di 150°-160° e friggete alcune frappe per volta, fin quando non risultano gonfie e dorate.
  5. Scalatele, fatele sgocciolare sopra dei fogli di carta paglia e lasciatele raffreddare. Guarnitele a piacere con zucchero a velo e servitele.
Per mantenere le frappe emiliane croccanti e friabili per alcuni giorni, vi consigliamo di riporle all'interno di un contenitore a chiusura ermetica. Potete sostituire il vino bianco con del marsala o con un liquore a vostra scelta, come il rum o il brandy. Se preferite cuocerle al forno, per ottenere dei dolcetti di Carnevale più leggeri ma ugualmente fragranti, adagiate le frappe all'interno di una leccarda foderata con carta da forno e infornatele a 190° per circa 10 minuti. Frappe di Carnevale emilane
Entire Digital Publishing - Learn to read again.