Pasta tipica del Salento: un piatto della tradizione

I primi piatti della cucina pugliese sono una più buono dell’altro, dalle classiche orecchiette con cime di rapa ai meno conosciuti, ma altrettanto deliziosi, ciciri e tria. La ricetta che vi consigliamo oggi è una pasta tipica del Salento, preparata a mano secondo la tradizione e accompagnata con un ottimo sugo di pomodoro. Stiamo parlando delle sagne ‘ncannulate, una specialità che non può mancare in tavola la domenica e che spesso viene condita anche con ceci o i frutti di mare. La particolarità di questa pasta di grano duro risiede nella sua forma: lunghe sfoglie, simili a tagliatelle, arrotolate a forma elicoidale, che riescono a catturare appieno tutto il sapore del sugo. La preparazione è indubbiamente laboriosa, specialmente se non si è abituati a impastare a mano, per cui vi consigliamo di prendervi tutto il tempo necessario e seguire attentamente il procedimento.

Ingredienti

  • 400 g di semola di grano duro rimacinata
  • q.b. acqua fredda
  • q.b. sale fino

Informazioni

Porzioni: 4
Costo: Molto basso
Tempo di preparazione: 01:00
Tempo di cottura: 00:05
Tempo totale: 01:05
Adatto per diete: Vegana

Preparazione

  1. Setacciate la semola rimacinata di grano duro, aggiungete un pizzico di sale e versatela su un piano di lavoro, formato una classica fontana con una cavità al centro.
  2. Versate gradualmente l'acqua fredda (ne occorrono indicativamente 200 ml), mentre con la mano lavorate l'impasto. Dovete ottenere un panetto liscio, sodo e consistente: dovesse risultare appiccicoso aggiungete altra farina.
  3. Coprite l'impasto con un canovaccio e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per circa 30 minuti, dopodiché stendetelo sopra una spianatoia infarinata utilizzando un mattarello.
  4. Ottenuta un rettangolo di sfoglia sottile, piegatelo in due o tre parti e con un coltello ricavate delle lasagne larghe 1,5 cm. Per dare alla pasta la caratteristica forma elicoidale, arrotolatela attorno al dito e, con molta delicatezza, adagiate ogni lasagne sopra un canovaccio pulito.
  5. Prima di cuocerle in acqua bollente salata, lasciate asciugare le sagne ‘ncannulate all'aria per alcune ore. Una volta cotte (affidatevi alla prova assaggio), potete condirle con il sugo che preferite.
Il classico sugo di pomodoro e basilico è la scelta più indicata per preparare un ottimo piatto di sagne ‘ncannulate, ma potete creare un delizioso condimento anche con i frutti di mare: prendete spunto dalla ricetta degli spaghetti allo scoglio. Pasta tipica del Salento
Scritto da Angelica Mocco
Leggi anche
Contents.media