Sospiri: la ricetta dei dolci sardi da preparare con il Bimby

La ricetta dei dolci sospiri sardi si può preparare con il Bimby. I dolci sardi, denominati anche Gueffus, sono un dessert, per l’appunto, tipico della Sardegna. I sospiri vengono incartati e offerti agli ospiti o regalati a Natale e in occasioni importanti.

La ricetta dei dolci sospiri preparati con il Bimby

I sospiri, o Gueffus, sono dolcetti tondi a base di mandorla, semplicissimi da preparare ed eccezionali grazie anche al fatto di essere gluten free. Delizioso è il loro odore, grazie all’aroma di limone che avvolge tutta la casa.

Ingredienti

  • 250 grammi di mandorle sgusciate
  • 100 grammi di zucchero semolato
  • 70 grammi di acqua
  • Una scorza di limone non trattato

Informazioni

Costo: Medio
Tempo di preparazione: 00:05
Tempo di cottura: 00:10
Tempo totale: 00:15
Adatto per diete: Senza glutine

Preparazione

  1. Inserire nel boccale del Bimby le mandorle sgusciate e lo zucchero semolato, tritare il tutto per 10 secondi a velocità sette e trasferire il composto ottenuto in un contenitore.
  2. Lavare e asciugare il boccale del Bimby, per poi riutilizzarlo per lavorare i restanti ingredienti. Mettere nel boccale la restante parte di zucchero, l'acqua e la scorza di limone non trattato precedentemente ben lavata e grattugiata e cuocere per due minuti a cento gradi, a velocità due.
  3. Unire il composto di mandorle e zucchero precedentemente ottenuto e messo da parte e cuocere per altri due minuti a cento gradi, mantenendo come velocità due.
  4. A questo punto, continuare ad amalgamare, abbassando la temperatura a trentasette gradi e aumentando la velocità da due a quattro. Trasferire in una ciotola il composto ottenuto, lasciandolo riposare per circa quindici minuti, il tempo che si raffreddi per poterlo lavorare.
  5. É giunto il momento di realizzare i sospiri: è importante inumidire le mani prima di lavorare il composto. Successivamente si può passare alla fase più pratica nel quale si formano le palline. Queste palline devono essere di circa 2 centimetri e devono essere sistemate tutte in una teglia ricoperta di carta forno.
  6. Successivamente si passa alla fase di cottura in forno (preriscaldato) delle palline ottenute per circa 10 minuti a circa 180 gradi.
  7. I sospiri sardi devono solo asciugarsi, per questo motivo non devono essere troppo cotti, quindi bisogna monitorare costantemente il forno in quanto i tempi di cottura possono variare da forno a forno e da impasto a impasto.
  8. Una volta ultimata la cottura, si passa alla fase di raffreddamento, per consentire poi l'incartamento dei sospiri sardi. A questo punto, occorre passare ogni dolcetto in un po' di zucchero semolato, sino a ricoprirli tutti, uno ad uno. I sospiri sono pronti e possono essere incartati.

Consigli e presentazione

I sospiri possono essere donati ad amici e parenti, avvolti nella carta come fossero caramelle, o, in alternativa, possono essere offerti su un vassoio. La peculiarità di questi dolcetti, i Gueffus, è che si conservano per un po' di giorni senza rovinarsi e mantenendo intatti i sapori, specialmente se conservati in un barattolo di latta in un luogo asciutto e fresco. L'idea di partenza è quella di incartare singolarmente ogni sospiro sardo con della carta colorata o particolare, realizzando una sorta di caramella bella da vedere e invitante, che induca chi li vede ad aver voglia di assaggiarli. La carta ideale per realizzare le caramelle di sospiri sardi è la carta velina colorata, le cui estremità vengono tagliuzzate una volta incartati i dolcetti per creare un pacchettino di maggiore effetto. Aprendo la carta, gli ospiti avranno il piacere di deliziarsi con questo dolcetto tipico, sicuramente facile da realizzare ma sempre d'effetto. gueffus
Scritto da Sabrina Rossi
Contents.media