Notizie.it logo

Cosa abbinare alla vellutata

cosa abbinare alla vellutata

Nella preparazione dei piatti spesso ci si chiede come poterli arricchire, impreziosire, rendere più buoni e gustosi, dal punto di vista culinario in primis ma anche per quanto riguarda la loro presentazione.

Ecco allora che se ci si chiede “cosa abbinare alla vellutata” è necessario considerare ingredienti che diventano parte integrante del piatto da abbinare per gusto e consistenze alla base della vellutata stessa (sia essa di verdure, legumi o ortaggi) e elementi decorativi, abbinati alla stessa per abbellire, impreziosire esteticamente il piatto.

Detto questo e considerata la varietà di ricette di vellutata esistenti, è altrettanto possibile affermare che anche la scelta di cosa abbinare alla vellutata può essere fatta tra moltissimi possibili abbinamenti che spesso si pongono in maniera trasversale a sposano bene tutti i tipi di vellutata. La maggior parte delle vellutate infatti è abbinabile ad altri vegetali, legumi, ortaggi che si integrano con la base di cui è fatta la vellutata stessa, a formaggi, carni, pesce, pane, frutta secca, spezie.

Allo stesso modo gli elementi decorativi che rendono più bello un buon piatto di vellutata possono essere abbinabili un po’ in generale a tutte le vellutate.

Basilico, rosmarino, erba cipollina sono elementi che aggiungono aroma, profumo e decorano i piatti.

Detto questo, ogni vellutata ha un sapore proprio che ben si sposa con ingredienti specifici che si integrano in modo armonico e equilibrato alla vellutata stessa.

Cosa abbinare alla vellutata

Cosa abbinare alla vellutata di carote

vellutata di carote

La vellutata di carote è una base di partenza leggera, delicata, dal gusto dolciastro è perfetta per chi segue una dieta ipocalorica e per i bambini che iniziano a gustare verdure e ortaggi proprio gustando carote, zucchine e altre verdure similari, dal gusto delicato, ma dolciastro.

Questo primo piatto inoltre è ricco di proprietà e nutrimento, contiene beta carotene (antiossidante) e moltissima vitamina A, entrambi molto importanti per la salute dell’organismo.

La vellutata di carote è facilmente abbinatile ad altri ortaggi e legumi come le patate, i piselli o il sedano, ma anche ad agrumi spezie, come lo zenzero o la cannella.

Leggi anche: Vellutata di carote: 5 ricette facili e veloci.

Cosa abbinare alla vellutata di ceci

vellutata di ceci

Le vellutate di ceci sono piatti ricchi di semplicità e nutrimento. Uno dei legumi dei poveri, i ceci sono considerati, per il loro apporto nutrizionale, un degno sostituto della carne, contengono infatti moltissime fibre, proteine e carboidrati.

Inoltre sono privi di glutine e per questo molto consumati anche da chi soffre di celiachia.

Anche i ceci apportano numerosi benefici all’organismo e si abbinano bene ad altri ortaggi, come la zucca, funghi, pesce (come i gamberi) oppure alla frutta (pere).

Leggi anche: Vellutata di ceci: 5 ricette facili e veloci.

Cosa abbinare alla vellutata di lenticchie

vellutata di lenticchie

Un altro legume paragonabile ai ceci per ricchezza di nutrimento e utilizzato come sostituto della carne, soprattutto da chi segue un’alimentazione vegetariano-vegana, sono le lenticchie.

Ricche di fibre, sali minerali, vitamine del gruppo B, antiossidanti, le lenticchie diventano ingrediente principe di numerose ricette, tra cui le vellutate. La vellutata di lenticchie è un primo piatto semplice e veloce da preparare, nutriente, gustoso e sano che ben si abbina a altri legumi o ortaggi, a spezie (come la curcuma o lo zenzero) o ancora a verdure dal gusto deciso, come il cavolfiore.

Leggi anche: Vellutata di lenticchie: 5 ricette facili e veloci.

Cosa abbinare alla vellutata di zucca

vellutata di zucca

Ecco ora una vellutata dal colore caratteristico, acceso, allegro e solare nonostante si tratti di un piatto autunnale. La vellutata di zucca è infatti preparata quando la zucca è fresca e matura nell’orto, in autunno. Il suo gusto è dolciastro, deciso, il suo apporto calorico, glucidico e lipidico sono davvero bassi, mentre le sue proprietà benefiche per l’organismo innumerevoli.

La zucca, alla base di vellutate e preparazioni similari, può essere abbinata ad altri ortaggi che ne potenziano l’azione benefica, come carote, zucchine, oppure a legumi come i ceci, anch’essi privi di glutine, al pesce (come i gamberi), oppure ad un formaggio dal gusto delicato, ma determinato (come il formaggio caprino).

Leggi anche: Vellutata di zucca: 5 ricette facili e veloci.

Cosa abbinare alla vellutata di zucchine

vellutata di zucchine

Le zucchine sono una verdura molto comune, principalmente estiva ma acquistabile tutto l’anno nei supermercati. Delicate, leggere, dal gusto dolciastro sono molto buone e fanno bene, sopratutto se cucinate senza grassi o come base di gustose e nutrienti vellutate.

La vellutata di zucchine si abbina molto bene ad altri ortaggi come la zucca o le patate e verdure come le carote, ma gustose vellutate di zucchine si possono integrare con cipolla o con del pesce, in particolare crostacei come i gamberi arrostiti.

Leggi anche: Vellutate di zucchine: 5 ricette facili e veloci.

Cosa abbinare alla vellutata di piselli

vellutata di piselli

Un altro legume piuttosto comune e molto usato in cucina sono i piselli. Teneri, piccoli, freschi o in scatola, si prestano molto bene a molte preparazioni, dai primi piatti ai contorni.

Come carote, patate e zucchine i piselli passati e frullati in delicate vellutate sono uno dei primi legumi somministrati ai bambini durante lo svezzamento. I piselli fanno molto bene perché contengono moltissimi sali minerali come ferro, fosforo, potassio, molte vitamine e pochi grassi.

Il loro sapore delicato e piuttosto neutro li rende perfettamente abbinabili a moltissimi ingredienti che possono arricchire la vellutata a base di piselli, come il formaggio (anche morbido e cremoso, dal gusto deciso), altri ortaggi semplici come le carote o le patate, il pesce (gamberetti) o lo yogurt (neutro, bianco), così come non è difficile aromatizzare la vellutata di piselli con limone o menta.

Leggi anche: Vellutata di piselli: 5 ricette facili e veloci.

Cosa abbinare alla vellutata di spinaci

vellutata di spinaci

Si tratta di una delle verdure più ricche di nutrimento, ma che per il gusto deciso non sempre è amato, sopratutto dai bambini. Tuttavia, gli spinaci, sono un vero toccasana per la salute dell’organismo, sono ricchi di fibre, di sali minerali come ferro, calcio e potassio, contengono antiossidanti e numerose vitamine.

Una delle ricette più semplici per cucinare gli spinaci è la vellutata, un piatto facile e veloce da preparare, leggero, delicato e dalla consistenza morbida e cremosa che, in abbinamento ad altri ingredienti in grado di addolcire il gusto degli spinaci, è ottima anche per i più piccolini.

Formaggio (ricotta o altro a piacere), spezie (zenzero), frutta secca (noci), dolci aromi (come il cocco), sono solo alcuni degli abbinamenti possibili alla vellutata di spinaci.

Leggi anche: Vellutata di spinaci: 5 ricette facili e veloci.

Cosa abbinare alla vellutata di cavolfiore

vellutata di cavolfiore

La vellutata di cavolfiore, infine, è un piatto estremamente delicato, leggero, ipocalorico che fa davvero molto bene all’organismo, alla sua salute e alla sua linea.

Il cavolfiore infatti è povero di grassi, di carboidrati e di zuccheri, ricco di oligoelementi tra cui vitamina C e potassio. Molto indicato per celiaci e diabetici.

Gli abbinamenti possibili per questo piatto nutriente, ma assolutamente leggero, sono molti: spezie (come lo zafferano o paprika), legumi (come i ceci), crostacei (come i gamberi), frutta secca (mandorle) e latte.

Leggi anche: Vellutata di cavolfiore: 5 ricette facili e veloci.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300

Leggi anche