Cocktail Mimosa: storia e ingredienti

Un’amante dei cocktail sarebbe in grado di elencarli tutti, se non la maggior parte: Margarita, Mojito, Bloody Mary ecc. Ce ne sono tantissimi e ognuno con caratteristiche ben distinte. Non bisogna però dimenticare i drink leggeri dal punto di vista alcolico e facili da preparare come, ad esempio, il famoso cocktail Mimosa. Caratterizzato da un colore giallo acceso e da un aroma piuttosto semplice, conquista con la frizzantezza dello champagne. È uno dei cocktail più gettonati tra chi vuole bere qualcosa di gustoso senza esagerare e chi non ama molto l’alcol ma vuole provare sapori nuovi. Vi siete però mai chiesti come sia nato questo drink? Beh, la storia del Cocktail Mimosa è interessante e risale a molto tempo fa.

Ingredienti

  • 7 cl di champagne o prosecco
  • 7 cl di succo di arancia o d'ananas
  • Fette di arancia per decorare

Informazioni

Porzioni: 1
Costo: Basso
Tempo di preparazione: 00:03
Tempo di cottura: 00:00
Tempo totale: 00:03

Preparazione

  1. Per realizzare questo delizioso cocktail, basta semplicemente versare dentro un bicchiere flute il succo d'arancia, oppure quello d'ananas, a seconda della vostra scelta.
  2. Aggiungere lo champagne o il prosecco e mescolare delicatamente, decorando poi con una fetta d'arancia.

Cocktail Mimosa: storia

Il cocktail Mimosa non ha una storia ben definita, tuttavia ci sono state varie supposizioni riguardanti la sua nascita. Si dice che, in due città diverse ma durante anni simili, siano stati inventati due drink con ingredienti uguali ma con proporzioni diverse.
  • Il primo è chiamato Buck's Fizz ed è stato inventato dal barman Malachy MacGarry. Il nome proviene dal locale nel quale è stato ideato, il Buck's Club, situato a Londra.
  • Il secondo cocktail, invece, è la versione che oggi è chiamata Mimosa ed è nata al Ritz Hotel di Parigi. Da come si può ben intuire, il nome Mimosa si riferisce al colore del cocktail, il quale è di un giallo acceso. Di solito, al Buck's Fizz viene aggiunto un po' di liquore all'arancia, mentre al secondo la granatina con lo scopo di aumentare la gradazione alcolica, anche se molti estimatori preferiscono la versione tradizionale.
Il Buck's Fizz è un cocktail bevuto moltissimo dagli inglesi, soprattutto durante i brunch o durante la mattina del giorno di Natale. In Italia, invece, è diventato il cocktail simbolo della festa delle donne e viene sempre bevuto l'8 Marzo. Se si vuole preparare il Buck's Fizz, invece, è necessario diminuire le dosi dello champagne: 5 cl di champagne e 10 cl di succo. In questo caso, il cocktail risulterà molto leggero ma con un sapore ancora più intenso. Se si stanno utilizzando delle arance dal sapore molto acido, è possibile aggiustare il sapore preparando uno sciroppo. Bisogna far cuocere 100 ml di acqua e 6 cucchiai di zucchero, sostituendolo poi a 3,5 cl di succo. Facendo così, il succo si addolcirà molto di più, bilanciando il sapore acre e rendendo il cocktail ancora più saporito, senza però renderlo stucchevole. Buck's Fizz
Scritto da Sabrina Rossi
Contents.media