Ricetta originale della bagna cauda piemontese e consigli utili

La bagna cauda è un intingolo originario della regione Piemonte da sempre molto amato e utilizzato come accompagnamento per antipasti di verdura.
Le varianti di questa salsa particolare sono molte. Da tradizione essa va preparata in autunno, quando ci si trova in periodo di vendemmia. Il motivo è che pare ci sia un legame stretto tra la bagna cauda e la raccolta dell’uva. La ricetta originale della bagna cauda piemontese è semplice, da provare almeno una volta nella vita.

La ricetta per preparare questa salsa è molto semplice e può essere seguita anche da chi non ha molta esperienza in cucina: l’importante è saper scegliere degli ingredienti di ottima qualità e comprare verdure che siano fresche e di stagione. Questa ricetta è perfetta per cene in compagnia e con i propri amici poiché la bagna cauda nasce proprio come un alimento da mangiare tutti insieme intingendo la verdura nella stessa pentola che conterrà un’abbondante dose di salsa.

Ingredienti

  • 1 testa d'aglio per partecipante
  • 10 acciughe grandi mantenute sotto sale
  • Mezzo litro d’olio oliva (meglio extravergine o comunque di ottima fattura)
  • 1 panetto di burro
  • Mezzo litro di latte, meglio se fresco
  • peperoni
  • foglie di cavolo nero o bianco
  • rape
  • barbabietole rosse
  • carote
  • cipolle
  • patate
  • insalata belga o iceberg
  • cardi verdi
  • topinambur fresco

Informazioni

Porzioni: 5
Tempo di preparazione: 00:10
Tempo di cottura: 00:10
Tempo totale: 00:20

Preparazione

  1. Il primo passaggio da seguire per preparare un'ottima bagna cauda, è quello di pelare l'aglio e separarlo in spicchi, dopodiché metterlo all'interno di una casseruola.
  2. Successivamente, versare il latte nella casseruola e portarlo a ebollizione.
  3. A questo punto, prelevare l'aglio dal latte e usare un coltello ben affilato per ridurlo a pezzi molto piccoli.
  4. Il prossimo passo è mettere l'aglio tagliato finemente insieme all'olio extravergine di olive e le acciughe (pulite e lavate). Mescolare il composto ottenuto con delicatezza ma facendo attenzione a non far bollire l'olio.
  5. Potete smettere di mescolare il composto una volta raggiunta la giusta consistenza, morbida e cremosa. A questo punto potete togliere la salsa dal fuoco e unire i pezzi di burro mentre il composto è ancora caldo.
  6. Dopo aver ottenuto una salsa omogenea, servite la bagna cauda in contenitori appositi chiamati "scaldini" portate in tavola anche la verdura da intingere.

Ricetta originale della bagna cauda piemontese: consigli

In Piemonte, da sempre, i peperoni vengono consumati insieme alla bagna cauda. La loro consistenza è ottima, da cotti sono corposi e da crudi sono croccanti. Per chi preferisce osare alcune combinazioni più moderne, nulla vieta di intingere nella salsa alimenti come:
  • pezzi di carne;
  • formaggi pasta dura o a pasta morbida;
  • tofu.
bagna cauda piemontese

Cosa bere con la bagna cauda

Visto che la bagna cauda è un piatto tipico della regione Piemonte, la bevanda più adatta per accompagnarla è senza dubbio uno dei vini prodotti nella zona delle Langhe, ovvero il Dolcetto d'Alba. Questo infatti è un vino con una dolcezza marcata che permette di contrastare in modo non aggressivo il gusto forte della bagna cauda e grazie al tasso alcolico poco elevato permette di accompagnare il pasto senza appesantirlo ulteriormente.  
Scritto da Sabrina Rossi
Contents.media