Sporcamuss con crema pasticcera: ricetta pugliese

Gli Sporcamuss, che in dialetto barese significano sporca muso, sono dei dolcetti di pasta sfoglia con crema pasticcera e spolverati con lo zucchero a velo. Il nome deriva dal fatto che, mangiandoli, ci si sporca inevitabilmente il muso con la crema all’interno o anche con lo zucchero a velo.

La tradizione culinaria pugliese contiene un gran numero di dessert, capaci di soddisfare qualunque tipo di palato. Inoltre, sono piatti facilmente realizzabili e anche veloci: in poco tempo, si possono portare a tavola dei deliziosi dolci.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di farina
  • Zucchero semolato
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 250 ml di latte
  • 150 ml di panna
  • Scorza di limone
  • Essenza di vaniglia
  • Sale

Informazioni

Costo: Basso
Tempo di preparazione: 00:15
Tempo di cottura: 00:20
Tempo totale: 00:35

Preparazione

  1. Per preparare gli Sporcamuss, sarà necessario prima accendere il forno e preriscaldarlo a 180 gradi.
  2. Preparare la crema pasticcera facendo bollire il latte con la vaniglia e la scorza grattugiata di un limone biologico.
  3. Mentre si intiepidisce, sarà necessario sbattere in una ciotola il tuorlo d'uovo con lo zucchero, aggiungendo poi la farina e il latte a filo e mescolando per evitare che si formino i grumi.
  4. Il composto dovrà essere poi riscaldato in un pentolino, portandolo ad bollore per almeno due minuti e mescolando di tanto in tanto con una frusta.
  5. La crema pasticcera si addenserà, e sarà quello il momento di toglierla dal fuoco e lasciarla raffreddare coperta con un canovaccio o con un coperchio.
  6. Per preparare invece i coperchietti che conterranno la crema, bisognerà aprire la pasta sfoglia e tagliare dei quadretti, mettendoli su una teglia con carta forno e praticando poi dei fori con la forchetta.
  7. Dopo averli spolverizzati con lo zucchero semolato, bisognerà cuocerli in forno per venti minuti. Intanto si potrà montare la panna fresca e aggiungerla alla crema pasticcera, mescolando.
  8. Una volta che i quadrotti sono cotti e raffreddati, si possono comporre i dolcetti in questo modo: sfogliatina, crema pasticcera, sfogliatina.
  9. Decorare con zucchero a velo e servire. Se si vuole un risultato ancora migliore, si possono riscaldare al forno in modalità grill per un solo minuto.

Sporcamuss con crema pasticcera: storia

Si pensa che siano stati introdotti in Puglia, durante la dominazione normanna, dai francesi oppure all'inizio dell'Ottocento. Inoltre, non c'è motivo di escludere che la regina di Polonia Bona Sforza abbia contribuito alla creazione degli Sporcamuss, dato che ha passato molto tempo nella regione pugliese. C'è anche un'altra teoria, considerata tuttavia improbabile, secondo la quale questi dolcetti ripieni di crema siano stati inventati in una pasticceria o bar situata nella città di Bari. Gli Sporcamuss erano inoltre il dolce preferito dei giocatori di calcio Sivori, Angelillo e Maschio. Quando dovevano disputare delle partite a Bari, negli anni sessanta, non dicevano mai di no a questi dolcetti di pasta sfoglia. E non è neanche difficile capirne il perché. sporcamuss con crema pasticcera
Scritto da Sabrina Rossi
Contents.media