Danubio salato: ricetta originale

Il danubio salato è una brioche di tradizione pasquale campana anche se il nome suggerisce origini non propriamente partenopee. Infatti, esistono due leggende: una attribuisce la nascita della ricetta della zia di un famoso pasticcere napoletano; l’altra ci rimanda all’epoca dei Borboni con il matrimonio tra Ferdinando I e Maria Carolina D’asburgo Lorena e ai loro cuochi viennesi che introdussero la ricetta.
E’ uno dei rustici più famosi, formato da tante palline con un ricco ripieno. Vediamo qual è la ricetta originale del Danubio salato.

Ingredienti

  • farina manitoba 500 gr
  • latte 200 gr
  • olio extravergine di oliva 50gr
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale fino
  • lievito di birra 15 gr
  • prosciutto cotto 150 gr
  • scamorza o provola 120 gr
  • 1 tuorlo
  • latte intero

Informazioni

Tempo di preparazione: 03.50
Tempo di cottura: 00.30
Tempo totale: 04.20

Preparazione

  1. In una ciotola, in cui avremo già versato la farina, sbricioliamo il lievito.
  2. Poi aggiungiamo sale, zucchero, uova, e, mentre mescoliamo con un cucchiaio, aggiungiamo il latte.
  3. Mentre il composto prende consistenza, posiamo il cucchiaio e aggiungiamo l'olio. Continuiamo a impastare con le mani.
  4. Trasferiamo tutto il composto su una spianatoia con un po' di farina e cerchiamo di rendere l'impasto omogeneo lavorandolo bene per qualche minuto.
  5. Formiamo una palla che rimettiamo nella ciotola ricoprendola con una canovaccio o una pellicola.
  6. Facciamo lievitare il composto per almeno 3/5 ore, lontano da fonti o correnti d'aria, fin quando il suo volume non sarà raddoppiato.
  7. Una volta lievitato l'impasto, dividiamolo in due formando dei filoncini. Da ciascuno dobbiamo otterremo circa 20/25 pezzetti da 50 gr (possiamo aiutarci con la bilancia).
  8. Appiattiamo e riempiamo i pezzetti con dei cubetti di prosciutto e formaggio. Portiamo i lembi verso il centro e chiudiamo il tutto formando delle palline.
  9. Man mano disponiamo le palline in una teglia che abbiamo già unto con un po' di olio. Copriamo di nuovo con la pellicola e lasciamo lievitare per una mezz'ora.
  10. Passato il tempo suggerito, eliminiamo la pellicola e spennelliamo la superficie con una miscela di tuorlo e latte.
  11. A questo punto, per ottenere un effetto ancora più rustico, possiamo aggiungere dei semi di papavero o di sesamo.
  12. Ora il nostro danubio andrà infornato a 180° per circa 30 minuti. Finché non sarà ben dorato.
  13. Una volta sfornato, possiamo arricchire il Danubio con il pesto, qualche fogliolina di basilico fresco e dei pinoli sparsi. 
  14. Il profumo inebrierà la cucina e sarà irresistibile! Una volta in tavola ogni pallina dovrà essere staccata con le mani.

Come conservarlo

Il danubio si conserva perfettamente a temperatura ambiente sia nei contenitori di vetro che nei sacchetti di plastica per gli alimenti. Si può anche congelare avendo cura di staccare ogni pallina così da poter scongelare quelle che ci servono all'occorrenza. Può essere congelato anche crudo per poi lasciarlo rinvenire e cuocere in forno come da ricetta su illustrata.

Varianti del Danubio salato

Il danubio salato può essere preparato:
  • senza glutine utilizzando le farine apposite che oramai si trovano in commercio in tutti i supermercati;
  • senza uova sostituendo il tuorlo con l'olio nella fase finale di colorazione della superficie;
  • mettendo le patate nell'impasto;
  • senza latte, il latte vaccino può essere tranquillamente sostituito con la bevanda di soia, di avena o di riso.
danubio salato  
Scritto da Sabrina Rossi
Contents.media