Banana bread: ricetta originale americana

Per un dessert a stelle e strisce ecco il banana bread, la ricetta originale americana. In pratica di tratta di un gustosissimo e morbidissimo plumcake alla banana con un profumato aroma di cannella, ottimo da gustare per merenda, per colazione o semplicemente per una pausa super golosa, ma allo stesso tempo molto nutriente.

Banana bread: storia

La ricetta originale americana del banana bread è molto semplice da realizzare, ed è l’ideale per non sprecare delle banane che magari di sono annerite. La banana è d’altronde uno degli ingredienti maggiormente adoperati nella cucina statunitense. Venne infatti introdotta nelle piantagioni americane all’inizio del 1500, e i primi a coltivarla furono i portoghesi che l’importavano dall’Africa.

Ma che cos’è esattamente il banana bread, il cui significato letterale è pane alla banana e quali sono le sue origini? È presto detto: molti affezionati lo considerano un vero e proprio dolce, tale e quale a una torta, altri lo considerano semplicemente un pane da tavola.

Il banana bread fa il suo debutto negli anni ’30, periodo nel quale questa ricetta, che prende origine dalle banane schiacciate, appare per la prima volta in un libro di cucina yankee. Su dove sia nato il primo banana bread è una diatriba che continua ancora oggi.

Dalle sapienti mani delle casalinghe vissute ai tempi della Grande Depressione, periodo storico durante il quale si usava “riciclare” gli avanzi come, appunto, le banane troppo mature; oppure dai fornelli delle cucine aziendali. Fatto sta che negli anni il banana bread ha talmente spopolato sulle tavole dei cittadini americani, da meritarsi addirittura una giornata celebrativa: il National Banana Bread Day, che si festeggia il 23 febbraio.

banana bread

Ingredienti

  • 250g farina tipo 00
  • 2 uova
  • 120g zucchero
  • mezzo cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 5g di lievito in polvere per dolci
  • 4 banane parecchio mature
  • 80g yogurt magro bianco
  • un pizzico di sale
  • noce moscata
  • 100g burro fuso
  • una manciata di noci tostate
  • succo di limone

Informazioni

Preparazione

  1. Il primo passo da fare è sbucciare le banane, tagliarle a rondelle e schiacciarle per bene in una terrina, spruzzando di tanto in tanto qualche goccia di limone in modo da evitare che diventino nere.
  2. Aggiungere quindi le uova, lo yogurt, il burro fuso e mescolare accuratamente fino ad ottenere un composto omogeneo.
  3. In una ciotola a parte preparare l'impasto del banana bread setacciando insieme la farina, lo zucchero, il sale, le spezie e la cannella.
  4. Unire quindi i due impasti ed amalgamarli fino a che non risultino sufficientemente mischiati; incorporare quindi le noci (o il cioccolato) ma senza mixare troppo il tutto.
  5. Prendere uno stampo da plumcake, e una volta imburrato e infarinato a dovere, versarvi dentro il composto avendo cura a lasciare i 2/3 del contenitore vuoto in modo che il dolce possa lievitare perfettamente.
  6. Scaldare il forno a 200° e infornare il banana bread. Cuocere per circa 50 minuti o poco più fino a che l'impasto non risulti ben dorato in superficie.

Banana bread: varianti

Ci sono diversi tipi di banana bread, alcuni sono simili a dei muffin o plumcake, altri appaiono come degli autentici pani da tavola. Una volta pronto lo si può tagliare a fette, scaldarle a piacere e spalmarle con del formaggio fresco tipo Philadelphia o con del burro (o anche con della dolcissima marmellata), in modo da diventare la soluzione perfetta anche per un brunch.

Come conservarlo

Una volta pronto e lasciato raffreddare, il banana bread può essere subito servito a tavola oppure conservato per un paio di giorni sotto una campana di vetro. In alternativa, se si desidera farlo durare di più, è possibile anche congelare il dolce per intero o tagliato a fette, confezionandolo in un apposito sacchetto per alimenti. banana bread
Scritto da Sabrina Rossi
Contents.media